BOX OFFICE USA: “LO HOBBIT” CONQUISTA ANCHE CAPODANNO

Dopo aver fatto suo il weekend natalizio, Lo Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate conquista anche il lungo weekend di Capodanno: il capitolo conclusivo della saga ha raccolto 21.9 milioni di $ portando così il bottino casalingo a 220 (mentre in tutto il mondo è a 722 milioni e pazienza se non raggiungerà il miliardo di dollari così come sperato dalla WB). Into the Woods, il musical Disney di Rob Marshall con un cast stellare (Meryl Streep, Emily Blunt, Anna Kendrick, Johnny Depp), scalza Unbroken, il drama di Angelina Jolie sulla Seconda Guerra Mondiale, dalla seconda posizione per un milione scarso (19.1 milioni il primo, 18.3 il secondo), ma per entrambe le pellicole si può già parlare di successo (con un budget stimato tra i 50 i 65 milioni di $, next week tutti e due i film sfonderanno il muro dei 100 milioni al box-office americano). Giù dal podio The Woman In Black 2: Angel of Death. La nuova uscita della settimana (sequel del Woman In Black del 2012 con l’ex HP Daniel Radcliffe) si piazza al quarto posto con 15.1 milioni ed è certamente un buon risultato per una pellicola horror made in Europe. Al quinto posto un film rinvigorito dalla “cura natalizia”: Una Notte al Museo 3. Dopo un esordio in sordina (17 milioni), il film con Ben Stiller ha fatto buoni incassi nelle due settimane successive e con i 14.4 milioni di questo weekend si porta a 89.7 negli Usa e 180 in tutto il mondo (chiuderà in America sicuramente sopra i 100 milioni e gli incassi internazionali dovrebbero poi decretare il successo di un film che è comunque costato quasi 130 milioni e che probabilmente non avrà un quarto episodio). Sesto posto, in calo di una posizione, Annie, il musical con Jamie Foxx prodotto da Will Smith, che ha incassato 11.4 milioni (il totale ammonta a 72.6). Settima piazza per The Imitation Game con Benedict Cumberbatch. Il biopic su Alan Turing è l’unico film della top-ten ad aver incrementato i propri incassi rispetto a settimana scorsa e sono 8.1 i milioni guadagnati in questo fine settimana (30 milioni complessivi). E’ un ottavo posto dorato quello di Hunger Games: Il canto della rivolta-Parte 1 (7.7 milioni e 323.8 globali) e anche The Gambler, piccolo film di Rupert Wyatt (L’alba del pianeta delle scimmie) con Mark Wahlberg, può sorridere con i 6.3 milioni incassati nell’ultimo weekend che portano il totale a 27.5 (ne è costati 25). L’ultimo posto della top-ten è occupato dal cartoon Disney Big Hero 6 che è nelle sale da ben 9 settimane (4.8 milioni e 211.2 totali). Big Eyes di Tim Burton (il suo miglior film degli ultimi anni) continua a faticare (14esimo posto) con soli 9.9 milioni rastrellati in 2 settimane.

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare