BOX OFFICE USA: “STAR WARS” INIZIA IL NUOVO ANNO COL BOTTO

Inizia nel migliore dei modi il 2016 di Star Wars-Il risveglio della forza. Pronti, via e il film di J.J. Abrams porta subito a casa il record di film più visto nel giorno di Capodanno con 34.4 milioni di $ (primato precedentemente detenuto da Avatar con 25.2 milioni) chiudendo poi il weekend con un rotondo 88.3 milioni. Complessivamente Il risveglio della forza ha incassato 740.2 milioni e prestissimo diventerà il film più visto della storia del cinema negli Usa (Avatar dista solo 20 milioni di $). Anche nel resto del mondo le cose stanno andando molto bene (770 milioni per un totale di un miliardo e mezzo).

Conferma la seconda posizione la comedy Daddy’s Home con la coppia Ferrell-Wahlberg. Il film di Sean Anders cala solo del 25 % e incassa 29 milioni per un totale di 93.3 negli States e 115 worldwide (già raddoppiati i costi).

Dopo la distribuzione in 100 sale della scorsa settimana, The Hateful Eight di Quentin Tarantino è stato rilasciato in tutto il territorio nordamericano (quasi 2500 sale) incassando 16.2 milioni di $ (29.2 totali). L’ultima fatica di QT non sembra aver convinto del tutto il popolo americano e difficilmente ripeterà le cifre interne di Bastardi senza gloria (120 milioni) e, soprattutto, di Django Unchained (162 milioni). Tuttavia, Gli Odiosi 8 non sarà assolutamente un flop dati i costi (di poco superiori ai 40 milioni) e data l’imminente uscita in tutti i mercati internazionali.

Davvero invidiabile la tenuta della comedy al femminile Sisters (quarto posto da 12.5 milioni e 61.7 totali) che si conferma perfetto esempio di controprogrammazione natalizia. Alvin Superstar-Nessuno ci può fermare è a metà classifica con 11.8 milioni e 67 globali (91 worldwide). Joy è al sesto posto con 10.4 milioni e 38 complessivi. Accolto con giudizi contrastanti, il biopic di David O. Russell su Joy Mangano (la “donna del mocio”) avrà bisogno di buoni incassi internazionali per generare profitto (il costo del film si aggira sui 60 milioni). La grande scommessa è settimo con  9 milioni e 32 totali. L’impegnato Zona d’ombra con Will Smith occupa l’ottava  posizione con 8 milioni e 25 globali. Poco fortunato il remake di Point Break che, dopo appena due weekend, si appresta già a lasciare la top-ten (attualmente è nono con 6 milioni e 22.4 complessivi). Fuori dagli Usa le cose vanno meglio (57 milioni per un totale di 80) ma non basterà a salvare il film di Luke Bracey dal flop (Point Break è costato, escluso il marketing, 105 milioni). Chiude la classifica Hunger Games: Il Canto della Rivolta-Parte 2 con 4.6 milioni, 274 casalinghi e 636 in tutto il mondo.

Fuori dalla top-ten segnaliamo che Creed-Nato per Combattere ha superato i 100 milioni interni, mentre l’atteso The Revenant (che fino al prossimo 8 gennaio continuerà la sua corsa in release limitata) ha incassato altri 450mila $ per un totale di 1.3 milioni.

Daniele Pugliese

 

Nessun Articolo da visualizzare