BOX OFFICE USA: “STAR WARS” SENZA LIMITI

Il weekend natalizio ha portato tanti doni sotto l’albero della Disney/Lucasfilm. Star Wars: Il risveglio della forza, infatti, ha stravinto il suo secondo weekend consecutivo con uno strabiliante 153.5 milioni di dollari (mai nessuno era riuscito a fare così tanto nel secondo fine settimana) infrangendo anche il record di Natale, precedentemente appartenuto a Sherlock Holmes, con 49.3 milioni. Il totale casalingo è ora pari a 544.5 milioni di dollari e il record di maggior incasso negli Usa di Avatar (760 milioni) sembra davvero possa vacillare. In tutto il mondo, intanto, il sequel-reboot del franchise ha già raggiunto il miliardo.
In seconda posizione fa festa, anche se ovviamente con cifre assai inferiori, Daddy’s Home. La commedia con Will Ferrell e Mark Wahlberg, di nuovo insieme dopo il successo de I poliziotti di riserva del 2010, incassa 38.8 milioni al suo primo weekend di programmazione (un ottimo risultato visto che il costo della pellicola si aggira sui 50 milioni).

Debutta in terza posizione con 17.5 milioni Joy, il nuovo film di David O. Russell che, per l’occasione, torna a collaborare con gli stessi protagonisti de Il lato positivo (Jennifer Lawrence, Bradley Cooper e Robert De Niro). Il duo comico Tina Fey-Amy Poehler funziona e Sisters di Jason Moore si conferma un discreto successo con 13.8 milioni (37 totali) e un calo dello 0,3 %. In quinta piazza Alvin Superstar-Nessuno ci può fermare è il film natalizio che sta soffrendo di più al botteghino con 12.7 milioni e 39 complessivi (ha un budget di 90 milioni). Apre al sesto posto Zona d’ombra con 11 milioni. Data la tematica non propriamente natalizia (il film con Will Smith racconta la vera battaglia intrapresa dal neuropatologo Bennet Omalu contro la NFL rea di non tutelare adeguatamente la salute dei giocatori di football) la pellicola scritta e diretta da Peter Landesman non poteva fare certamente di più al botteghino. Settimo posto per La Grande Scommessa che, dopo la release limitata delle scorse settimane, incassa 10.5 milioni di dollari grazie alla distribuzione in quasi 1600 sale. A non beneficiare del ricco weekend di Natale è stato il remake di Point Break che, al debutto, incassa appena 10.2 milioni (mentre in tutto il mondo ha rastrellato 53 milioni di $). Nelle ultime due posizioni della top-ten troviamo, rispettivamente, Hunger Games: Il canto della rivolta-Parte 2 con 5.3 milioni, 264 casalinghi e 616 worldwide (si tratta comunque del peggior incasso della saga) e Creed-Nato per combattere con 4.6 milioni, 96 totali e la consapevolezza di essere uno dei film di maggiore successo della serie Rocky.

Il 25 dicembre è stato anche il giorno di The Hateful Eight di Quentin Tarantino (distribuito in 100 sale con un incasso di 4.5 milioni) e di The Revenant, l’ultima fatica di Iñàrritu con Leo Di Caprio e Tom Hardy (presente in appena 4 sale e in grado di incassare 471mila dollari con una media per sala di 117mila).

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare