CANNES 2015: DELUDE “MON ROI” (MA VINCENT CASSEL AFFASCINA)

mon-roi-cannes-film-festival-2 Dopo i fischi a The See of Trees di Gus Van Sant arrivano quelli per Mon Roi di Maiwenn, capace di scatenare pure le ire di qualche critico che in sala urla “nepotismo”, riferendosi probabilmente al fatto che l’unica ragione per la quale il film si trova in concorso a Cannes è che la regista francese è l’ex compagna del potente Luc Besson. La questione è molto semplice: Mon Roi racconta attraverso lunghi flash back la storia del turbolento amore di una coppia interpretata da Emmanuelle Bercot e dall’irresistibile Vincent Cassel (al loro fianco ci sono anche il bravissimo Louis Garrel e Isilde Le Besco) Ma tutto quello che accade nei primi venti minuti, dopo cioè che lo spettatore ha scoperto la totale inaffidabilità di lui, si ripete per due ore e dieci senza che la narrazione abbia una vera evoluzione, sciorinando il solito repertorio della coppia prima innamorata e poi in crisi.

Alessandra De Luca

Guarda la fotogallery di Mon Roi!

(foto di Pietro Coccia)

 

Nessun Articolo da visualizzare