CANNES 2015: TUTTI PAZZI PER “INSIDE OUT”, IL NUOVO CAPOLAVORO DISNEY PIXAR

Inside Out
Inside Out

Applausi ed entusiasmo per Inside Out, il nuovo capolavoro Pixar presentato oggi al Festival di Cannes accompagnato dal grande John Lasseter: il film uscirà in Italia il 16 settembre!

Se il tema della 68esima edizione del Festival di Cannes è decisamente la morte (da giorni assistiamo a suicidi, morti violente, accidentali e naturali) Inside Out, il cartoon della Pixar firmato da Peter Docter, arriva come una boccata d’ossigeno riportando il sorriso sulla Croisette. Potendo fare appello a un ideale applausometro, possiamo dire senza ombra di dubbio che è finora il film più amato del Festival. In effetti si tratta di un vero e proprio capolavoro, a dispetto di chi temeva che una vicenda centrata sui pensieri di un ragazzina fosse un’operazione troppo intellettuale.

Inside OutBasato su precise teorie scientifiche e studi psicologici, Inside Out (nelle nostre sale il 16 settembre) amalgama perfettamente la dimensione realistica con quella fantastica trasformando le emozioni in personaggi, l’astratto in concreto, il percorso di crescita di una ragazzina in una straordinaria avventura in mondi coloratissimi e surreali, capaci di dare forma a stati d’animo precisi. La giovane protagonista si trasferisce insieme alla famiglia a San Francisco, ma il suo cuore è rimasto in Minnesota. Nella sua testolina si alternano Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto che a turno prendono il comando determinando l’umore della piccola. Ma un giorno un incidente spedisce Gioia e Tristezza nel magazzino della memoria a lungo termine, e per le due comincia un lungo e rocambolesco viaggio verso il quartier generale sul treno dei pensieri, attraverso le isole della personalità, il regno dell’immaginazione, la fabbrica dei sogni creati da una troupe cinematografica, i luoghi oscuri dell’inconscio dove crescono broccoli e si aprono spaventose scale per il seminterrato, il tunnel dell’astrazione che in un paio di minuti riassume due secoli di storia della pittura, l’abisso dell’oblio dove i ricordi sbiadiscono e svaniscono definitivamente. Visionario, raffinatissimo, ricco di idee e sorprese (geniali le incursioni nella testa di altri personaggi, tra cui anche un cane e un gatto), il film ci dice anche che non è di sola gioia che si vive meglio, ma del lavoro di squadra di tante preziose emozioni.

Alessandra De Luca

Guarda la fotogallery di Inside Out! (foto di Pietro Coccia)

Nessun Articolo da visualizzare