CAPITAN HARLOCK: UN CULT CHE SCALA IL BOX OFFICE

Uscito al cinema solo per un giorno, Capitan Harlock- L’Arcadia della mia giovinezza centra il box office: è il secondo maggior incasso di mercoledi’ 15 ottobre, superato solo da The Equalizer – Il vendicatore

Capitan Harlock è atterrato, con la sua mitica nave spaziale Arcadia, nei cinema di tutta Italia, per un solo giorno e ha subito fatto centro al box office: è il secondo maggior incasso di mercoledi’ 15 ottobre con 89.888 euro, superato solo da Denzel Washington in The Equalizer – Il vendicatore (103.599 euro). Si è trattato di un grande evento per tutti gli amanti degli anime giapponesi e in particolar modo per gli affezionati e nostalgici di questa saga. Il film, realizzato nel 1982, non è mai stato proiettato al cinema, ma adesso vi arriva completamente restaurato e ridoppiato. In questi 130 minuti di pellicola, sono raccontati i fatti antecedenti alla prima serie tv del 1978 e annunciati gli eventi relativi alla seconda dell’‘82. Il pianeta Terra è stato conquistato dagli Illumidiani, e ormai sembra non esserci più speranza perché gli alieni occupanti hanno ottenuto il sostegno dei politici terrestri corrotti. Il valoroso Capitan Harlock non teme questi potenti avversari, e li sfida in nome della Libertà (rappresentata dalla mitica vela nera con teschio bianco). L’impavido pirata spaziale non è solo in questa battaglia all’ultimo sangue, ma vanta il sostegno di amici temerari e pronti al sacrificio come Maya, la “voce” della resistenza e Zoll, il mercenario del pianeta Tokarga, deciso a difendere la sua gente. Fondamentali sono anche i personaggi di Tochiro, la cui amicizia con Harlock è scritta nel DNA di entrambi e appartiene al passato dei loro antenati, e di Emeraldas, una piratessa spaziale.

L’enorme successo della prima stagione di Capitan Harlock convinse la Toei Animation a dar vita a un prequel che tracciasse le origini dell’affascinante pirata, collegandolo alla sua seconda tappa televisiva. Così Leiji Matsumoto, il padre del bel capitano, scrisse la sceneggiatura del film, poi girato da Tomoharo Katsumata, noto anche per aver diretto molti episodi di varie serie di successo come Devilman, Mazinga Z e Getter robot. Insomma, questo film, dopo aver attraversato più di 30 anni, ha raggiunto i cinema senza nemmeno una ruga: d’altra parte, il suo fascino continua a ripercuotersi sulle nuove generazioni, che non hanno mai smesso di leggerne il manga.

Federica Bello

 

Nessun Articolo da visualizzare