“CHIAMATEMI FRANCESCO”: PAPA BERGOGLIO, UNO DI NOI

Al cinema il biopic su Papa Francesco. E sull’uomo Bergoglio.

Dalla Buenos Aires del 1960 fino alla Città del Vaticano 2013, il racconto dei passaggi salienti della vita di Jorge Mario Bergoglio: da studente a pastore, fino alla proclamazione di Papa Francesco. Chiamatemi Francesco  è la storia di un uomo che ha visto di fronte a sé gli anni bui della dittatura argentina e quelli della crisi economica. Non mancano neppure i momenti più controversi, come l’episodio che riguardò il suo coinvolgimento nell’arresto dei due preti di strada Yorio e Jalics, accusati di aver abbracciato la teologia della liberazione fino al punto di pagare con l’esilio posizioni opposte ai vertici della Chiesa del tempo.

E oltre ad andare al cinema per immergervi nelle emozioni di Chiamatemi Francesco, ecco per voi i tre film “papali” da (ri)vedere!

1 AMEN. (2002)Amen.
Costa-Gavras

Duro film di denuncia del greco Costa-Gravas nei confronti dell’omertà e dell’ipocrisia diplomatica di tutte le gerarchie ecclesiastiche durante l’Olocausto. Marcel Iures interpreta un papa Pio XII pavido e disinteressato.

 

 

 

 

2 LA PAPESSA (2009)La Papessa
Sönke Wortmann

Leggenda, mito o personaggio storico? Johanna Wakalek è un intenso Giovanni VIII, anche se gli aspetti romantici e sentimentali prevalgono sull’indagine e sul rigore.

 

 

 

 

3 HABEMUS PAPAM (2011)Habemus Papam
Nanni Moretti

Capolavoro morettiano sul libero arbitrio. Michel Piccoli è il papa dimissionario che abbandona il Vaticano per Čechov. Tra psicoanalisi e tornei di pallavolo, il buon Nanni diverte e commuove, tra lungimiranza e poesia.

 

Nessun Articolo da visualizzare