CINEMA, OMAGGI E SERIE TV: AL VIA LA 65ª EDIZIONE DEL FESTIVAL DI BERLINO

Knight of Cups
Knight of Cups

È ormai tutto pronto per l’imminente inizio della 65ª edizione del Festival di Berlino in programma dal 5 al 15 febbraio nella capitale tedesca. Tra eventi, incontri e proiezioni pronte ad invadere ogni angolo della città, Berlino si appresta a diventare il cuore pulsante del cinema europeo e non solo. Quest’anno poi la kermesse supera addirittura se stessa. Se l’anno scorso, infatti, i film presenti nelle varie sezioni erano 409, questa edizione ne conta 441 provenienti da 72 Paesi con un totale di 975 proiezioni e 218 conferenze dissiminate nelle 38 sale messe a disposizione per le pellicole che compongono il programma.

Cinderella
Cinderella

La giuria, chiamata a decretare il vincitore della Berlinale e capitanata dal regista statunitense Darren Aronofsky, vincitore nel 2008 del Leone d’Oro a Venezia per The Wrestler, è composta dall’attore protagonista di Goodbye, Lenin! eRush, Daniel Brühl, il regista sudcoreano Bong Joon-Lo, la produttrice Martha De Laurentiis, l’attrice francese Audrey Tautou, il creatore di Mad Man e produttore della serie I Soprano, Matthew Weiner, e la produttrice e regista peruviana Claudia Llosa.
Tra le pellicole più attese spiccano il ritorno di Terrence Malik con il suo Knight of Cups, Cinderella diretto da Kenneth Branagh, trasposizione live action del classico Disney e Queen of the Desert diretto da Werner Herzog con Damian Lewis, Robert Pattinson, Nicole Kidman e James Franco.

Vergine giurata
Vergine giurata

Oltre ai film in concorso, tra i quali compare l’unico nome italiano, Vergine giurata, l’opera prima di Laura Bispuri con Alba Rohrwacher, tra le 14 sezioni ufficiali, meritano una menzione speciale Generation X, dedicata ai più giovani, Perspektive Deutches Kino, incentrata a far conoscere il lavoro dei futuri talenti della cinematografia tedesca, la sezione Panorama, dedicata alle pellicole indipendenti, Forum e Forum Expandend, per le nuove avanguardie e Berlinale Shorts, selezione di corti.

Everything Will Be Fine
Everything Will Be Fine

Nobody Wants the Night, diretta da regista Isabel Coixet ed interpretata da Juliette Binoche, è la pellicola scelta per aprire questa 65ª edizione del Festival che vedrà il regista tedesco Wim Wenders, presente fuori concorso con Everything Will Be Fine interpretato da Charlotte Gainsbourg e James Franco, insignito del Leone d’Oro alla carriera. Il Festival, poi, omaggerà il regista italiano Francesco Rosi, recentemente scomparso, proiettando Uomini Contro, uno dei film simbolo della sua carriera, datato 1969, con Gian Maria Volonté nel ruolo del Tenente Ottolenghi.

Better Call Saul
Better Call Saul

Non solo cinema in questa Berlinale. La kermesse infatti ospiterà l’anteprima di Better Call Saul, attesissimo spin-off di Breaking Bad, una delle serie di maggiore successo degli ultimi anni, e di 1992, italianissima serie italiana su Tangentopoli firmata Sky, dimostrando come ormai anche i grandi Festival di cinema, basti pensare a Venezia per Olive Kitteridge e Roma per The Knick, abbiano iniziato a captare l’importanza e il seguito delle grandi produzioni dedicate al piccolo schermo.

Manuela Santacatterina

Nessun Articolo da visualizzare