“FLESH, MIND AND SPIRIT”: ALLA FONDAZIONE PRADA ARRIVA LA RASSEGNA CURATA DA IÑÁRRITU

Dal complesso e stupefacente L’Anno Scorso a Marienbad, fino a Padre Padrone dei Fratelli Taviani, dal 13 gennaio al 1 febbraio, presso la Fondazione Prada, ci sarà la rassegna “Flesh, Mind and Spirit”, curata da un autore d’eccezione: Alejandro González Iñárritu

BirdmanIl legame tra il tre volte premio Oscar Alejandro González Iñárritu e l’Italia pare farsi sempre più forte. Infatti, dopo aver aperto con Birdman la Mostra del Cinema di Venezia del 2014, ora il regista messicano è il curatore d’eccezione della rassegna cinematografica “Flesh, Mind and Spirit”, che si terrà dal 13 gennaio al 1 febbraio presso la Fondazione Prada di Milano. Un evento unico e imperdibile, suddiviso dal regista dell’atteso e imminente Revenant – Redivivo (dal 14 gennaio in sala) – già in odore di Oscar, anche e soprattutto per la performance di Leonardo DiCaprio – in tre segmenti che comprendono alcuni capolavori del cinema italiano e internazionale, di ieri e di oggi. Le proiezioni, tutte gratuite previa prenotazione, si svolgeranno al Cinema della Fondazione per tutti i giorni, tranne il martedì, e saranno presentate dall’altro collaboratore dell’evento, ovvero Elvis Mitchell, famoso critico cinematografico statunitense (firma del The New York Times e del LA Weekly) e apprezzato docente dell’Università del Nevada.

flesh-mind-and-spiritCome annunciato dallo stesso regista, la rassegna si pone come uno spazio aperto dedicato ad una visione più profonda ed intima di alcuni, fondamentali titoli: «Nonostante la natura estremamente eclettica di questa selezione, si può trovare un elemento in comune: le esperienze ricche di emozioni che i diversi film riescono a suscitare », dice Iñárritu. «Tutti hanno provocato in me appetiti che non avrei mai immaginato di avere ». Dunque “Flesh, Mind and Spirit”, letteralmente carne, mente e spirito: quattordici film (più la proiezione d’apertura con Primo Amore – Lonesome di Pál Fejös, accompagnata dalla musica dal vivo di Andrea Griminelli e Irene Veneziano) suddivisi in tre elementi che fanno da filo conduttore. La sezione “Flesh” (la più corposa), quindi, va a comporsi con I Pugni in Tasca, Aguirre: Furore di Dio, Le Stagioni, Killer of Sheep, Padre Padrone, Yol e Il Buono, Il Matto, Il Cattivo. Mentre, la sezione “Mind”, presenta L’Anno Scorso a Marienbad, Soy Cuba, La Ciénaga e You, the Living. Tra l’altro, a proposito del criptico L’Anno Scorso a Marienbad, diretto da Alain Resnais, il regista ha rivelato che: «Gioca con il cinema come Borges gioca con la letteratura. Ogni volta che lo vedo, mi sembra completamente diverso. Non mi vengono in mente altri film che fanno questo stesso effetto. Mi sembra quasi di non averlo mai capito davvero, e penso di non volerlo capire ». Invece, tornando sulle sezioni, “Spirit” offrirà agli spettatori lungometraggi come Ordet – La Parola, Madre e Figlio e Silent Light.

Per le date con relativi orari delle proiezioni, ricordiamo gratuite, vi rimandiamo al sito della Fondazione Prada

Damiano Panattoni

Nessun Articolo da visualizzare