“GHOSTBUSTERS” NON È MAI STATO PERFETTO

Il tempo, si sa, può fare miracoli. Sana le ferite e all’occorrenza ci fa dimenticare dettagli poco piacevoli del passato. Un esempio? Chi critica aspramente il reboot di Paul Feig, ricorda davvero quanto fosse brutto il sequel di Ghostbusters del 1989?

Se volete rinfrescarvi la memoria, ecco un honest trailer che vi svelerà tutti i difetti del film. Anche in quel caso gli acchiappafantasmi dovevano affrontare le presenze demoniache che infestavano New York. La squadra era sempre la stessa: c’erano Bill Murray, Dan Aykroyd, Harold Ramis, Ernie Hudson e Sigourney Weaver. Tutti indossavano le stesse iconiche tute, viaggiavano sulla Ecto-1 e non si separavano mai dagli zaini protonici. Ogni cosa era identica al successo originale, inclusa la trama. Sì, perché ad esclusione di qualche novità e dell’introduzione di alcuni personaggi inediti tutto era ricalcato sul modello dell’avventura iniziale. Perciò chi non sopporta l’idea che Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Kate McKinnon e Leslie Jones abbiano “osato” mettersi alla prova con quella storia cult, forse dovrebbe affrontare la questione con un po’ più di onestà intellettuale perché il franchise di Ghostbusters non è mai stato perfetto!

Nessun Articolo da visualizzare