“iZOMBIE”: ARRIVA LIV, LA ZOMBIE-DETECTIVE CHE RISOLVE I CASI DI OMICIDIO

Da The Walking Dead a Les Revenants, l’invasione tv dei morti viventi non si arresta.  Ora si aggiunge anche iZombie, serie horror-poliziesca intrisa di frizzante ironia

Pensavate di aver già visto tutto sugli zombi e che non ci fosse più nulla di nuovo da raccontare sui non-morti? Sbagliato. Dal prossimo 9 novembre arriva anche in Italia iZombie, la nuova serie comedy-horror creata da Rob Thomas (Veronica Mars) e Diane Ruggiero-Wright ed ispirata all’omonimo comic book di Chris Roberson e Micheal Allred. Mattatrice assoluta dei 13 episodi della prima stagione è l’attrice neozelandese Rose McIver (vista sul grande schermo in Amabili Resti di Peter Jackson). La McIver interpreta Olivia “Liv” Moore, una brillante studentessa della facoltà di medicina che, in seguito ad una epidemia zombie, si trasforma in un’autentica morta vivente. Per saziare la propria fame di carne umana senza destare sospetti si fa assumere come assistente in un istituto di medicina legale (che per lei è l’equivalente del negozio di caramelle per i bambini) ma le scorpacciate di cervelli le provocano un “effetto collaterale”: quello di acquisire le abilità e le memorie delle persone che divora. Le morti di molti di loro sono ancora avvolte nel mistero ma grazie alle sue nuove capacità Liv aiuterà il detective Clive (Malcolm Goodwin) a risolvere i casi. La serie, che combina alla perfezione gli elementi tipici della sit-com (con tanto di sotto-trama romantica), dell’horror (con momenti anche piuttosto forti e violenti) e del giallo (ad ogni puntata c’è un caso da risolvere un po’ come succedeva al tenente Colombo), negli Usa è stata accolta benissimo tanto che la seconda stagione, attualmente in corso, è arrivata a tempo di record.

Daniele Pugliese

Su Premium Action dal 9 novembre

 

Nessun Articolo da visualizzare