Kevin Spacey fa coming out: «Sono gay»

Kevin Spacey l’ha voluto scrivere pubblicamente sul suo profilo Twitter: “ho avuto storie con uomini e donne nella mia vita, e ora ho deciso di vivere apertamente da uomo gay”. La star di I soliti sospetti e House of Cards ha rotto il silenzio sulla sua omosessualità chiedendo scusa per un’accusa spiacevole: quella di aver molestato l’attore Anthony Rapp (Paul Stamets in Star Trek Discovery)  quando il ragazzo aveva solo 14 anni. Rapp ha raccontato l’episodio in un’intervista rilasciata a Buzzfeed News dicendo di aver ricevuto delle avances sessuali da parte di Spacey, che all’epoca aveva 26 anni, durante una festa a casa dell’attore.

Spacey ha deciso di rispondere all’attore sul suo profilo Twitter con una lunga e articolata dichiarazione: «Ho molto rispetto e ammirazione per Anthony Rapp come attore. Mi ha fatto orrore sentire la sua storia. Sinceramente non ricordo quell’episodio che sarebbe accaduto più di 30 anni fa. Ma se mi fossi davvero comportato come Rapp descrive, gli devo le mie più profonde scuse per quello che potrebbe essere stato un inopportuno comportamento dovuto all’alcool, e mi dispiace per i sentimenti che dice di aver portato dentro di sé per così tanti anni. Questa storia mi ha incoraggiato a raccontare di più su di me. So che ci sono voci là fuori su di me e che alcune sono state alimentate dal fatto che sono stato così protettivo nei confronti della mia privacy. Come le persone più vicine a me sanno, nella mia vita ho avuto relazioni sia con donne sia con uomini. Ho amato e avuto incontri romantici con diversi uomini nel corso della mia vita e ora ho deciso di vivere da uomo gay. Voglio affrontare la cosa onestamente e apertamente e questo inizia proprio analizzando il mio modo di comportarmi».

Nessun Articolo da visualizzare