“LA LUCE SUGLI OCEANI”: IL FILM PERFETTO PER LE INGUARIBILI ROMANTICHE

«Allontanarsi dalle resposabilità» è il proposito di Michael Fassbender nell’ultimo film di Derek Cianfrance (uno che altrove si era dimostrato capace di scherzare col fuoco del melodrammone più turgido: Blue Valentine, Come un tuono) quando accetta di fare il guardiano del faro in un’isoletta al largo (ma non troppo) dell’Australia.

Ma noi, scaltriti da anni e anni di visioni, capiamo subito che appena vede Alicia Vikander, figlia dell’insegnante locale, sarà amore. Anzi: passione, tragedia e crimine. Siamo negli anni ’20 e le ferite della Grande Guerra sanguinano ancora. Le inguaribili romantiche piangeranno calde lacrime, i cinici sogghigneranno. Grandioso il lavoro dei tecnici del suono a registrare la terribilità della natura (vento, mare, tempesta, animali), impegnati peraltro in una difficile battaglia con un’invasiva colonna sonora a tutta orchestra.

Nessun Articolo da visualizzare