LA MOVIEMAX CHIUDE I BATTENTI (MA DISTRIBUIRÀ “FURY”)

La crisi economica in Italia non fa sconti a nessuno e colpisce in tutti i settori. Pochi giorni fa (in data 10 gennaio 2015) il Tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento della Moviemax Media Group, una delle principali società indipendenti di produzione e distribuzione di film nel nostro Paese. La società era da tempo in difficoltà (erano state riscontrate irregolarità relative all’aumento di capitale e al piano di risanamento) e lo scorso novembre l’ex vice-presidente Corrado Coen era stato arrestato con l’accusa di aggiotaggio. Il 29 gennaio, comunque, la Moviemax distribuirà il suo ultimo film, il bellico Fury con Brad Pitt.

Fondata nel 2001, da Rudolph Gentile e Marco Dell’Utri, la Moviemax ha operato sul mercato per quasi 15 anni distribuendo (tra cinema, home video, canali televisivi e new media) oltre mille titoli. Tra i più importanti ricordiamo: Donnie Darko (2001), Piano 17 (2005), Alpha Dog (2006), Slevin-Patto criminale (2006), Hairspray (2007), Planet 51 (2009), Buried-Sepolto (2010), Saw 3D (2010), Scream 4 (2011), Il Postino Pat (2014).

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare