LA SHANGAI DEL 1900 NELLA PRIMA COPRODUZIONE ITALO/CINESE

È stata siglata oggi a Roma tra la Urania Pictures di Conchita Airoldi e la Sil-Metropole del celebre produttore di Hong Kong Stephen Lam la prima coproduzione italo-cinese, secondo le “norme attuative” firmate tra i due paesi che rendono operativo il Trattato di Coproduzione. Il film è Everlasting Moments di Maurizio Sciarra, una romantica e tormentata storia d’amore tra un fotografo occidentale e una giovane donna cinese sullo sfondo irrequieto della Shanghai del primo ‘900 quando le “legazioni” europee controllavano di fatto la grande capitale commerciale della Cina. La sceneggiatura, del quale si sta occupando anche Maurizio Sciarra, già regista di Alla rivoluzione sulla due cavalli e Quale amore, sarà firmata da Ni Zhen, l’autore di Lanterne rosse e il maestro di tutti i maggiori registi della “quinta generazione” affermati nel mondo a partire dagli anni ’80. Le riprese sono previste per l’autunno del 2015, all’indomani della stagione delle grandi piogge, nella suggestiva provincia dello Yunnan, a Shanghai e in Italia. «Sarà una vera coproduzione paritaria », ha spiegato oggi Conchita Airoldi al China Day al Festival di Roma «e siamo felici che questa collaborazione diventi concreta dopo una seria fase preparatoria che ci ha confermato l’attenzione dell’industria cinese per il nostro cinema d’autore ».

«Del progetto mi aveva parlato fin dall’inizio Ni Zhen », racconta Lam, «e la prova che si tratti di una storia appassionante, adatta al nostro mercato, viene dal fatto che sul progetto ho convinto altri investitori cinesi a scommettere. Non si tratta di un film tipicamente disegnato sul pubblico attuale del nostro cinema, ma le nostre attese vanno anche al di là del box office: un progetto del genere ha anche una forte valenza simbolica per le nostre due culture e per questo sono certo che sarà sostenuto anche dai rispettivi governi ».

«Con Ni Zhen ci siamo incontrati per la prima volta alla “prima” in Cina del mio film Quale amore e abbiamo subito simpatizzato », racconta Maurizio Sciarra. «E’ un grande artista e una persona eccezionale. Della storia mi ha colpito soprattutto l’attenzione alla condizione della donna nella vita cinese all’inizio del secolo scorso. Ma il punto di vista del racconto sarà quello di un occidentale che scopre la Cina superando i propri preconcetti e, grazie all’amore, si avvia in un percorso di formazione che lo cambierà per sempre ». Everlasting Moments sarà il primo risultato produttivo del “Progetto Cina” realizzato da Anica in accordo con tutti i maggiori attori del cinema italiano (Istituto uce – Cinecittà, Ice-Agenzia, Unefa, 100Autori, Italian Film Commission, Scuola Nazionale di Cinema) con il sostegno dei ministeri dello sviluppo economico e dei beni culturali. Ha forte valore simbolico che l’accordo sia siglato all’indomani del China Day realizzato in collaborazione con The Business Street al Festival di Roma e all’indomani della visita in Italia del premier cinese Li Keqiang che ha rilanciato il ruolo privilegiato del nostro paese nel quadro degli scambi commerciali con l’Europa.

(fonte ANSA)

Nessun Articolo da visualizzare