LIAM NEESON: L’IRLANDA, LA SPADA LASER E I SUOI 5 RUOLI INDIMENTICABILI

Dall’11 febbraio è al cinema Taken 3 – L’Ora della Verità, terzo film con il vendicativo Bryan Mills interpretato da Liam Neeson. In occasione dell’uscita in sala della pellicola, Ciak ripercorre la carriera del granitico attore attraverso i suoi cinque ruoli cult

locandina-taken3Irlandese nel sangue, volto granitico da pugile dismesso e sguardo tagliente, di chi non te le manda certo a dire. Ma anche un cuore grande e nobile, proprio come ogni nordirlandese che si rispetti. Lui non può non essere Liam Neeson, un attore che nella sua carriera ha alternato cazzotti, arti marziali, buoni sentimenti e, addirittura, spade laser. Con più di cinquanta film alle spalle e una carriera nata sul ring, Liam Neeson, dopo la consacrazione nel capolavoro Schindler’s List di Steven Spielberg, è diventato, tra i tanti ruoli, patriota nel toccante Michael Collins, maestro Jedi per George Lucas in Star Wars: Episodio I – La Minaccia Fantasma e Capitano di un sottomarino russo in K-19, diretto da Kathryn Bigelow; fino al recente passato: prima lo scienziato Alfred Kinsey nel biopic Kinsey, poi mentore-antagonista del Batman di Christopher Nolan e, infine, virando sugli action contemporanei (Io vi troverò, Unknow, The Grey), che gli hanno tirato fuori un animo vendicativo e un fervente coraggio, ma per un boxeur irlandese, del resto, queste sono doti innate.

Dunque, una carriera lunghissima e assai prolifica, per un volto particolare che si presta ad ogni tipo di genere e che torna nelle sale, dall’11 febbraio, con Taken 3 – L’Ora della Verità, terzo capitolo della saga iniziata nel 2008 con Io vi troverò. Liam Neeson, infatti, è il protagonista Bryan Mills, ex-agente CIA che, dopo aver ucciso mezza mafia albanese per recuperare la sua figlia rapita, questa volta dovrà vedersela con l’ingiusta accusa che lo vuole colpevole della morte dell’ex moglie. Il film, diretto Olivier Megaton e scritto da Luc Besson, vede nel cast, oltre l’attore irlandese, anche Famke Janssen, Maggie Grace e il premio Oscar Forest Whitaker.

Proprio in occasione dell’uscita in sala di Taken 3 – L’Ora della Verità, Ciak ripercorre la carriera di Liam Neeson attraverso i suoi cinque ruoli cult, dalla Forza Jedi al patriottismo irlandese, fino ad un cattivo da fumetto.

schindlers-list-liam-neesonSchindler’s List, 1993: Una pellicola terribilmente eccelsa e il primo ruolo memorabile per Liam Neeson, arrivato grazie al genio di Steven Spielberg che con La Lista di Schindler racconta, in un drammatico bianco e nero, l’orrore dell’Olocausto attraverso la storia vera di Oskar Schindler, che salvò più di 1000 ebrei dalla deportazione nazista. Sette Oscar, tra cui Miglior Film e Miglior Regia.

love_actually-liam-neesonLove Actually, 2003: Non solo action o drammi per Liam Neeson, ma anche commedie di un certo livello. Indimenticabile la sua partecipazione nella pellicola corale Love Actually, diretto da Richard Curtis. Liam Neeson, nel film, è un vedovo restato solo con il figlio undicenne della moglie defunta, facendogli lezioni d’amore per fargli conquistare la ragazza più bella della scuola. Un cast eccezionale che comprende anche Hugh Grant, Colin Firth, Emma Thompson, Alan Rickman e Bill Nighy. Liam Neeson romantico e delicato per una delle migliori commedie romantiche del grande schermo.

batman-liam-neesonBatman Begins, 2005: Nella carriera di un attore, prima o poi, arriva anche il cinecomic. Infatti Liam Neeson incontra le pagine di un fumetto nel 2005, scritturato da Christopher Nolan che lo vuole come Ra’s al Ghul nel rifacimento introspettivo e oscuro di Batman della DC Comics. Batman Begins è un successo di pubblico (ma soprattutto di critica), incoronando Liam Neeson come diabolica mente anche nei film successivi sull’Uomo Pipistrello interpretato da Christian Bale.

Liam-Neeson-Star-Wars-Star Wars: Episodio I – La Minaccia Fantasma, 1999: Una pellicola che, appena uscita, ha ridato vita al franchise cinematografico più remunerativo di sempre. George Lucas all’alba del nuovo Millennio segna un nuovo capitolo della saga stellare di Star Wars, sbancando il botteghino con l’Episodio 1 – La Minaccia Fantasma. Per un cast delicatissimo sceglie Ewan McGregor per il ruolo di Obi-Wan e, per l’appunto, affida a Liam Neeson la spada laser verde del Maestro Jedi Qui-Gon Jinn. L’interpretazione, solenne e imponente, spazza via anche le critiche sull’odiato personaggio di Jar Jar Binks. Ma questa è un’altra storia.

michael-collinsMichael Collins, 1996: Ruolo impegnato e sentito per Liam Neeson che interpretata, diretto da Neil Jordan, il patriota irlandese Michael Collins che, prima di diventare Ministro delle Finanze della Repubblica d’Irlanda, lottò come capo militante contro il Governo della Corona in Irlanda. Per l’interpretazione Liam Neeson vinse la Coppa Volpi alla 53a Mostra di Venezia, al film, invece, andò il Leone d’Oro.

Damiano Panattoni

 

Nessun Articolo da visualizzare