MY FRENCH FILM FESTIVAL: “CAPRICE”

Id., Francia, 2015, Regia Emmanuel Mouret Interpreti Virginie Efira, Emmanuel Mouret, Anaïs Demoustier Distribuzione Pyramide Distribution Durata 1h 40′

La commedia romantica di Emmanuel Mouret racconta con intelligenza e ironia i momenti in cui la vita si diverte a scombinare tutti i nostri piani: guardatelo anche voi su www.myfrenchfilmfestival.com/it/ 

capriceCredete che nella vita ogni cosa sia predestinata o è il caso a definire il corso degli eventi? È questa la domanda che rivolge al pubblico Caprice. Presentata in concorso al My French Film Festival, la commedia romantica è scritta, diretta e interpretata da Emmanuel Mouret, che veste i panni di Clément: un insegnante buffo e ingenuo, divorziato con un figlio e appassionato di teatro. Un amore che manifesta con una smisurata ammirazione nei confronti di una celebre e bellissima attrice, Alicia (Virginie Efira). Per una strana coincidenza, voluta dal caso o dal destino, i due si incontrano e si innamorano. Quando sembra di essere di fronte ad una trasposizione francese del più noto Notting Hill, ecco che le cose prendono una svolta inaspettata: nella vita di Clément arriva Caprice (Anaïs Demoustier), una ragazza energica e piena di vita che si invaghisce di lui mentre Thomas (Laurent Stocker), il migliore amico del protagonista, finisce per infatuarsi di Alicia.

capriceNasce così una giostra di equivoci e di sentimenti che travolge le relazioni tra i quattro personaggi. Di fatto una situazione che sembrava perfetta rivela invece tutta la complessità dei veri rapporti di coppia. Da una parte ci sono gli uomini spesso ingenui, solidali con gli amici e incapaci di rifiutare le lusinghe di una donna, e dall’altro ci sono due figure femminili che rappresentano dei modelli opposti. Tanto Alicia è eterea e quasi perfetta, la donna ideale, quanto Caprice è una ragazzina più spontanea ed insicura. Entrambe però finiscono per esercitare lo stesso fascino sul protagonista, che definirà tutti i capricci del destino che ha vissuto come “un souvenir”: un prezioso, effimero simbolo di un’esperienza capace di cambiare una persona. Con ironia, intelligenza e malinconia Caprice racconta quindi il contrasto dolce e amaro tra le nostre aspettative e i momenti in cui la vita si diverte a scombinare tutti i nostri piani.

PER VEDERE IL FILM, CLICCA QUI!

LEGGI ANCHE: MY FRENCH FILM FESTIVAL: “COUP DE CHAUD”

LEGGI ANCHE: MY FRENCH FILM FESTIVAL: IL PROGRAMMA DELLA SESTA EDIZIONE!

Laura Molinari

Nessun Articolo da visualizzare