NICHOLAS HOULT: UN X-MEN AL GIFFONI 2016

EqualsÈ stato uno zombie, un cacciatore di giganti, un mutante, ha visitato luoghi oscuri, mondi post apocalittici, futuri distopici. A 27 anni Nicholas Hoult è una delle giovani promesse del panorama cinematografico internazionale, con una mini serie in lavorazione, Wathership Down, e quattro film in arrivo. Ad agosto vedremo Equals di Drake Doremus, storia di una società  dove passioni ed emozioni sono stati banditi, ma dove i sentimenti riemergono come una inarrestabile malattia. Autobahn – Fuori controllo di Eran Creevy, dove recita al fianco di Felicity Jones e Anthony Hopkins, lo vede nei panni di un turista americano che in viaggio in Europa comincia a lavorare come autista per un cartello di droga, costretto a una fuga a rotta di collo su un’autostrada tedesca mentre la sua fidanzata rischia di essere pesa in ostaggio.

Nicholas HoultIn Sand Castle di Fernando Coimba invece indossa la divisa di un soldato americano che nel deserto dell’Iraq deve proteggere un piccolo villaggio. «È il mio primo film di guerra – ci racconta – e abbiamo girato in Giordania. Il mio personaggio è un ragazzo che ha paura e non vorrebbe trovarsi là, ma è impegnato in una missione molto pericolosa». Poi arriverà Rebel in the Rye di Danny Strong dove Hoult interpreta lo scrittore J.D. Salinger alle prese con la scrittura del romanzo The Catcher in the Rye. «Salinger era un uomo molto riservato, tante persone avevano di lui un’opinione completamente errata. Nel film ha molto in comune con i personaggi che popolano il suo nuovo romanzo, lui era un ribelle, metteva sempre molta passione in quello che raccontava. La guerra ebbe degli effetti molto profondi sulla sua personalità, cambiò il suo punto di vista sulle cose, non era nemmeno d’accordo su come le persone parlavano del conflitto. Il film si focalizza anche sul suo rapporto con un professore universitario, interpretato da Kevin Spacey».

Nicholas HoultPoi Hoult raggiungerà il resto del cast sul set di The Death and Life of John F. Donovan di Xavier Dolan, il primo film americano del giovane regista canadese, che ha chiamato a raccolta un  gran numero di star come Jessica Chastain, Bella Thorne, Natalie Portman, Sarah Gadon, Susan Sarandon, Thandie Newton, Katy Bates e persino la cantante Adele, che apparirà in un cameo. Il film è la storia di una star del cinema e del suo rapporto epistolare con un suo fan,  giovanissimo attore di 11 anni. «Amo moltissimo i film di Dolan, l’ho conosciuto quando è venuto a Montreal sul set di X- Men». Sulla Brexit infine Hoult ha parole durissime: «Sono davvero scioccato per la decisione di uscire dall’Europa, è una vera vergogna che la gente reagisca in questo modo alla paura. Mi piace essere europeo e la paura rischia di rendere il mondo più piccolo».

Nessun Articolo da visualizzare