NORDIC FILM FEST: IL NOIR/CRIME DEL NORD EUROPA ARRIVA A ROMA

Ingmar Bergman, Carl Theodor Dreyer, Bo Widerberg, ma anche Lars Von Trier e Roy Andersson – quest’ultimo trionfatore all’ultima Mostra di Venezia con Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenzasono solo alcuni registi provenienti dal Nord Europa ad aver guadagnato un posto tra i grandi del cinema, portando sullo schermo un’estetica diversa rispetto a quella a cui siamo abituati.

Pioner - Erik Skjoldbjærg
Pioner – Erik Skjoldbjærg

Il Nordic Film Fest, che si svolgerà alla Casa del Cinema di Roma da giovedì 16 a domenica 19 aprile, nasce proprio con l’intento di promuovere la cinematografia e la cultura di Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia presentando nuovi film in anteprima o inediti in Italia, rigorosamente in lingua originale e sottotitolati. Il tema della rassegna, che sarà inaugurata quest’anno dal regista danese Mikkel Nørgaard con il suo The Keeper Of Lost Causes, è il noir/crime, un genere che sta prendendo sempre più piede, grazie anche a serie TV di grande successo, nel quale vengono raccontate storie cupe e violente pervase da un senso di ambiguità e di angoscia.

Numerosi gli appuntamenti e le proiezioni: la Danimarca oltre al lavoro di Nørgaard porterà sullo schermo il thriller psicologico The Hour Of The Lynx di Søren Kragh-Jacobsen, vincitore dell’Orso d’Argento al Festival di Berlino con il film Mifune e The Salvation di Kristian Levring con la star danese Mads Mikkelsen.

of horses and men
Of Horses And Men – Benedikt Erlingsson

La Norvegia presenterà invece una trilogia di film del regista/scrittore Erik Skjoldbjærg – famoso per aver diretto Insomnia da cui è stato tratto il noto remake americano con Al Pacino e Robin Williams – composta da Pioneer (indiscrezioni dicono che George Clooney starebbe pensando ad un rifacimento), Nokas e Un Nemico Del Popolo.
The Disciple di Ulrika Bengts, They Have Escaped firmato da Jukka-Pekka Valkeapää – che sarà presente in sala – e The Grump diretto da Dome Karukoski, saranno i film portati al Festival dalla Finlandia.
L’Islanda sceglie Life In A Fishbowl di BaldvinZ e Of Horses And Men, opera prima della regista Benedikt Erlingsson, mentre la Svezia opta per The Reunion scritto, diretto e interpretato dall’artista Anna Odell, Stockholm Stories della regista Karin Fahlén, presente alla proiezione, e Gentlemen firmato da Mikael Marcimain, che insieme all’attrice protagonista Ruth Vega Fernandez e al produttore Johannes Åhlund, introdurrà la visione del film.

Life in a fishbowl
Life In A Fishbowl – BaldvinZ

Il programma prevede inoltre presentazioni e incontri con ospiti internazionali, tavole rotonde come la “North Meets South” con produttori nordici e italiani a confronto, e una Masterclass con Camilla Ahlgren, Nikolaj Sherfig e Morten Dragsted autori delle serie di successo internazionale, The Bridge e The Killing, che approfondiranno gli elementi costitutivi del Crime Nordico.

Importante evento collaterale della manifestazione sarà la mostra fotografica Ingrid Bergman: 100 anni dopo, a cura dell’Associazione Santa Marinella Viva, dedicata alla grande attrice svedese in occasione dei cent’anni dalla sua nascita, che si concentrerà in particolare sul periodo vissuto in Italia con Roberto Rossellini. Insomma, il Nordic Film Festival si preannuncia ricco di appuntamenti e un’occasione per scoprire una diversa visione del cinema.

Rudy Ciligot

Nessun Articolo da visualizzare