SILENZIO IN SALA: LE COSE PIÙ STRANE SENTITE AL CINEMA QUESTA SETTIMANA

Se la prima puntata di Silenzio in Sala vi ha divertito, ecco a voi il secondo appuntamento con le migliori ”perle” ascoltate al cinema questa settimana!

QUESTIONE DI ORARIO – La scorsa settimana vi avevamo raccontato la diatriba tra i posti centrali laterali e la ”difficoltà” nello scegliere il film davanti al box office. Oggi invece riportiamo una certa confusione mentale sugli orari, carpita in fila: ”Due biglietti per Perfetti Sconosciuti”Quello delle 16?” - ”No no, quello delle 4”. Se la cosa ha destabilizzato anche voi, ecco anche una serie di titoli storpiati o rivisitati ascoltati qua e là in questi giorni. Si va da ”Quello con i cellulari” (probabilmente lo stesso Perfetti Sconosciuti) a‘Single per Scelta” (Single ma non troppo), arrivando fino a ”Relax” (forse Zoolander 2, dato l’omonimo titolo dell’ossessivo brano di Frankie goes to Hollywood che fa da soundtrack al film).

pop-corn-cinema-
Joseph Gordon-Levitt e Zooey Deschanel in 500 Giorni Insieme

MA QUI È TUTTO BUIO! – Naturalmente, non appena terminano i trailer e inizia il film, si spengono anche le luci laterali e si viene avvolti dal caldo e affascinante buio della sala. Però non tutti gradiscono tale oscurità, visto che non è difficile sentire frasi tipo: ”Se n’è andata via la luce!”, oppure ‘Con questo buio il cellulare nella borsa come lo trovo?” e ancora ‘Ma le luci non restavano accese, una volta? E se devo andare in bagno come faccio?”. Ovviamente, il tutto accompagnato dall’incessante, martellante, snervante rumore di sacchetti di patatine, pop-corn trangugiati e sorsate copiose di bibite gassate.

POTERE DEL CINEMA – Uno dei fenomeni più interessanti registrato in questi giorni al cinema, che si distacca dai bizzarri usi e costumi che vi stiamo raccontando, è l’espressione comune stampata in faccia agli spettatori che escono dalla sala che proietta Perfetti Sconosciuti. Se qualcuno di voi l’ha visto sa di cosa parliamo (presumibilmente sì, dato il grande e meritato successo che sta avendo): soprattutto le coppiette sono avvolte da un’aurea che mischia tensione, preoccupazione e turbamento. A film finito, non appena uno dei due entra nella toilette fuori dalla sala, l’altro si appresta frettolosamente a cancellare le conversazioni su WhatsApp. Potere del cinema!

Damiano Panattoni

Nessun Articolo da visualizzare