STEVEN VAN ZANDT: “LILYHAMMER” E MASTERCLASS AL ROMAFICTIONFEST

Il chitarrista della E Street Band è il Presidente della Giuria del Romafictionfest e presenterà l’attesissima terza stagione di Lilyhammer

«Everybody’s got a hungry heart », ognuno ha un cuore affamato, canta Bruce Springsteen in una delle sue canzoni più famose. E, dopo aver visto le prime due stagioni di Lilyhammer, non ci sono dubbi che un cuore affamato batta nel petto di Steven Van Zandt, chitarrista e anima della E Street Band springsteeniana, oltre che attore sorprendente ammirato ne I Soprano e, soprattutto, nei panni di Frank Tagliano alias Giovanni Henriksen, il pentito mafioso italoamericano che decide di entrare nel programma protezione testimoni e di rifarsi una vita a Lillehammer, comune norvegese noto per le Olimpiadi invernali del 1994.

Lilyhammer è partito in sordina ma è cresciuto alla distanza. In occasione del RomaFictionFest, mercoledì 11 novembre sarà proiettata in anteprima la terza stagione, una produzione Netflix che, però, in Italia è trasmessa da Sky Atlantic. Grandissima curiosità per il nuovo personaggio di Giuseppe Tagliano, interpretato proprio da Springsteen: il Boss sarà in grado di replicare sul (piccolo) schermo lo stesso talento d’attore del suo chitarrista? Il programma della giornata prevede anche una Masterclass con lo stesso Little Steven, che per la manifestazione capitolina indosserà le vesti inedite di Presidente della Giuria del Concorso internazionale.

Emiliano Dal Toso

 

Nessun Articolo da visualizzare