WILLIAM FRIEDKIN, MAESTRO DI CINEMA A CANNES: 8 FILM CULT

Se c’è un autore che ha forgiato l’immaginario borderline degli anni ’70 e ’80, quello di poliziotti corrotti, metropoli tentacolari, tradimenti di valori e sentimenti, è William Friedkin. Per questo oggi è stato invitato dal direttore di Positif Michel Ciment nella tradizionale, affollatissima masterclass a Cannes, dove ha parlato dell’importanza del montaggio (“Per me il set è solo una raccolta di materiale grezzo”), del suo stile finto-documentaristico, del fare cinema anche con pochi soldi e pochi mezzi. Dai più Friedkin è conosciuto come “il regista di L’esorcista“, il suo horror più popolare, ma sono tanti i film attraverso i quali ha reinventato l’estetica di Hollywood, e non tutti sono stati un successo: ecco sette titoli chiave per conoscerlo.