”MILA”: QUANDO L’UNIONE (GLOBALE) FA LA FORZA

Diretto e ideato da Cinzia Angelini, il corto animato Mila sta prendendo forma, grazie alla collaborazione appassionata di oltre duecento artisti sparsi per il mondo. Tra loro anche il composer Flavio Gargano, che con la Tauron Silver Orchestra ha musicato lo splendido progetto

Mila_Cinzia_Angelini
La regista Cinzia Angelini durante la presentazione di Mila.
Foto: Andrea Vittozzi

Reggetevi forte, perché i numeri non sono per nulla scontati: 250 artisti, tra disegnatori, animatori, tecnici dell’immagine, suddivisi in 25 paesi diversi – con quattro gruppi principali in USA, Italia, Messico e Regno Unito -, 5 anni di lavorazione completamente low budget e un’infinita passione per il lavoro e l’animazione. Tutto questo e molto di più è dietro al progetto Mila, cortometraggio animato girato tutto in computer grafica, con protagonista una bambina dagli occhi grandi in una Trento dilaniata dalle bombe della Seconda Guerra Mondiale. Dunque, un’idea enorme, sviluppata e fortemente voluta dalla regista Cinzia Angelini, affiancata da un gruppo coeso di persone che remano all’unisono e verso un unico traguardo. Tra i tantissimi, la producer Andrea Emmes, gli executive producers Valentina Martelli e Andy Gahan, il supervisore agli effetti visivi Valerio Oss, l’art director Alexandra Kavalova, il lighting supervisor Francesco Giroldini, il lighter Matteo Caruso e il compositore delle musiche originali Flavio Gargano. «La storia di Mila, si svolge nella mia città d’origine, Trento » – ci dice la regista – «Prende spunto dalle emozioni di mia madre, sopravvissuta a quei drammatici giorni. Sono passati anni, ma il ricordo delle bombe è ancora indelebile nella sua testa. Mila, quindi, non è ”solo” un corto animato, perché vuole illuminare l’impatto che può avere la guerra sugli indifesi, sui bambini. Il nostro lavoro, poi, è mastodontico: lavoriamo giorno e notte, come un’enorme macchina, confrontandoci via internet in questo infinito studio virtuale che abbiamo creato ».

Il composer Flavio Gargano e la regista Cinzia Angelini. Foto: Andrea Vittozzi
Il composer Flavio Gargano e la regista Cinzia Angelini.
Foto: Andrea Vittozzi

Mila, che ha iniziato a prendere forma nel 2010, adesso sta alzando la così detta asticella verso uno step successivo, verso lo sprint finale che lo vorrà poi esportato nei festival di tutto il mondo. Infatti da aprile partirà su IndieGoGo una campagna di crowfunding e, sul finire del mese, sarà proiettato il primo trailer al Romics. Trailer, così come l’intero corto, musicato da Flavio Gargano e dalla Tauron Silver Orchestra, la prima orchestra nata e dedicata alla composizione di colonne sonore per il cinema. La romana Tauron Entertainment di Paolo Zanotti, dunque, ha sposato in pieno la causa di Mila, formando così un complesso – a seguito di una selezione a cui hanno partecipato oltre 100 candidati musicisti venuti da tutta Italia – che, diretto Flavio Gargano, composer nonché ideatore di questa factory musicale e cinematografica, in un gioco di strumenti e note, musicherà l’ambizioso Mila. A tal proposito, lo stesso Flavio Gargano ci ha detto che: «L’orchestra di Mila si basa sulla qualità e il film di Cinzia Angelini è la miglior occasione che potevamo avere, un punto di partenza. È bello che un gruppo di musicisti, tra loro sconosciuti, si siano trovati insieme viaggiando tutti allo stesso tempo », prosegue Gargano, «Per me, poi, è stato un lavoro nuovo e bellissimo: ho lavorato sugli storyboard invece che sulle immagini, capendo quale mood avrei dovuto sviluppare sulle bozze che mi mandavano. C’è stato uno scambio continuo di disegni e musica. La musica in un audiovisivo deve aiutare lo spettatore a comprendere il messaggio, e per un compositore è la massima espressione ».

 Damiano Panattoni

Sul canale YouTube di Mila, la presentazione del team: