Naya Rivera: l’ex marito fa causa per la morte dell’attrice: “Fu omicidio colposo”

Lʼattrice di Glee è morta lʼ8 luglio per annegamento durante un'uscita in barca con il figlio di quattro anni sul lago Piru

Per Ryan Dorsey, ex marito di Naya Rivera, l’annegamento dell’attrice di “Glee” dello scorso 8 luglio, sarebbe stato causato da un non corretto avvertimento dei rischi che avrebbe potuto correre nuotando in quel lago. L’uomo, insieme agli avvocati che gestiscono il patrimonio dell’ex moglie, ha così intentato una causa per omicidio colposo nei confronti della contea di Ventura, lo United Water Conservation District e l’azienda turistica Parks Management Company gestori del lago a nord-ovest di Los Angeles, dove è avvenuto l’incidente.

Per quanto si sia trattata di una tragica fatalità, la zona in cui si trovava Naya secondo l’accusa era priva di segnaletica sui tutti i possibili pericoli durante la navigazione, come le correnti, la variazione di profondità dell’acqua e i detriti sotto il livello dell’acqua. Se tutto questo fosse stato evidenziato, forse la donna avrebbe agito diversamente e si sarebbe potuta salvare.
Sembra inoltre che l’imbarcazione a noleggio usata dall’attrice e dal figlio non fosse dotata di alcun “meccanismo di sicurezza”. Non c’erano, infatti, una scala accessibile in modo sicuro, ancora, cima, radio e dispositivi di galleggiamento. Nello stesso lago, in tutto sarebbero morte annegate 26 persone dal 1955 ad oggi.

L’8 luglio 2020, Naya Rivera è stata dichiarata persona scomparsa dopo che suo figlio di quattro anni, Josey, è stato ritrovato da solo nella barca che l’attrice aveva noleggiato per trascorrere un pomeriggio sul lago Piru, in California. Nello specifico, Josey, ritrovato ancora addormentato e con addosso un giubbotto di salvataggio, avrebbe raccontato agli investigatori che lui e sua madre sarebbero andati a farsi una nuotata e che lei non sarebbe tornata sulla barca. Il corpo dell’attrice è stato poi rinvenuto quattro giorni più tardi, il 13 luglio, venendo così dichiarata morta all’età di 33 anni.