Addio ad Alberto Grimaldi, produttore di Leone, Pasolini, Fellini e Scorsese

E' morto ieri a Miami, Florida, uno dei produttori più coraggiosi e più perseguitati del cinema italiano,

Si è spento a 95 anni Alberto Grimaldi, uno dei più prolifici e importanti produttori dell’epoca d’oro del cinema italiano. A dare conferma della morte per cause naturali il figlio Maurizio GrimaldiVariety.

80 film prodotti, dai western al cinema d’autore

Nel corso della sua lunga carriera, Grimaldi ha collaborato con grandi registi del calibro di Sergio Leone, Federico Fellini, Gillo Pontecorvo, Pier Paolo Pasolini, Bernardo Bertolucci e Martin Scorsese. I suoi primi lavori risalgono a inizio anni Sessanta, con il filone dello Spaghetti-western; con Leone collaborò per la prima volta nel 1965 per il secondo capitolo della Trilogia del Dollaro, Per qualche dollaro in più. L’anno seguente produsse Il buono, il brutto, il cattivo. Sempre per il genere western produsse anche titoli storici come La resa dei conti Faccia a faccia di Sergio Sollima, ed …E poi lo chiamarono il magnifico con Terence Hill.

La prima collaborazione con Federico Fellini arrivò nel 1968 con Tre passi nel delirio, poi proseguita con SatyriconIl Casanova e Ginger e Fred. Numerosi anche le produzioni per i film di Pier Paolo Pasolini, tra cui Il DecameronI racconti di CanterburyIl fiore delle mille e una notte Salò o le 120 giornate di Sodoma.

Nel 1972 produsse il controverso Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci e nel 1976 Novecento. Nel 2003, Gangs of New York di Martin Scorsese, candidato al premio Oscar come miglior film, è stata la sua ultima produzione.

Nessun Articolo da visualizzare