Andrew Garfield nudo e fuori di testa nel trailer di Mainstream

Nel nuovo film di Gia Coppola, con lui anche Maya Hawke e Nat Wolff.

Andrew Garfield
Andrew Garfield

Sono passati i tempi in cui salvava i newyorkesi con il costume da Spider-Man, il nuovo Andrew Garfield sembra essere inaffidabile e fuori di testa come non mai. Così almeno ci si mostra nel trailer di Mainstream, nuovo film di Gia Coppola, il suo secondo da regista, dopo Palo Alto (2013).

Una profonda satira sul mondo dei social e la figura degli influencer per la quale la nipote dell’immortale Francis Ford Coppola dichiara di essersi ispirata a Un volto nella folla di Elia Kazan. E che descrive come “una storia d’amore sull’essere innamorati di qualcuno che non ama se stesso nella nuova conflittuale cultura emergente del mondo di oggi”.

Attesa da una distribuzione limitata, e in gran parte digitale, a partire dal 7 maggio, la pellicola era già stata presentata alla scorsa Mostra di Venezia. Dove non aveva raccolto recensioni lusinghiere. Lo stesso protagonista, infatti, era stato definito come “uno dei personaggi più odiosi di sempre”.

A interpretarlo, come detto, Andrew Garfield, nei panni di Link, teppista folle e seducente, abituato a passare le giornate in strada. Almeno fino all’incontro con Frankie (Maya Hawke), barista di un Comedy Club di Hollywood da poco orfana di padre e persa nel mondo fittizio e narcisista dei social media. I due continuano a incontrarsi accidentalmente, e a scontrarsi, fino a che la ragazza riprende uno degli sproloqui di Link e lo carica in rete. Il video diventa di colpo virale, trasformando i due ragazzi, e l’amico Jake (Nat Wolff), in delle vere star di Internet. Ma l’improvvisa fama attira una serie di loschi figuri… Su tutti il Mark di Jason Schwartzman, determinato a ottenere il massimo dall’occasione, a ogni costo. Proprio nel momento in cui Frankie e Link sembrano iniziare a provare qualcosa l’uno per l’altra.