Box office: più di uno spettatore su due sceglie Jurassic World Il regno distrutto

E’ sempre un mercato nel segno di Jurassic World: il regno distrutto, film scelto da oltre metà degli spettatori che, fra giovedì 14 e domenica 17 giugno, si sono recati in una sala cinematografica. 492 mila le presenze complessive, 259 mila quelle solo per il film dei dinosauri. Con 1,8 milioni raccolti nel week end, Jurassic World è arrivato a 6,9 milioni in undici giorni di programmazione, pronto ad inserirsi nella top teen dell’anno. Un traguardo che sembrava alla portata anche di Deadpool 2, il cui incasso complessivo è di 6,9 milioni, ma nel fine settimana il fantasy hollywoodiano ha rastrellato solo 93 mila euro, con una perdita di oltre il 50% rispetto alla settimana precedente ed ora il traguardo dei 7 milioni, che, al momento, garantirebbe l’ingresso fra i primi dieci incassi 2018, è in forse. Il fine settimana non ha portato fortuna alle novità in uscita: 211-Rapina in corso ha totalizzato 191 mila euro con 286 copie, secondo incasso del week end, precedendo Ogni giorno che ha rastrellato 187 mila euro con 35 copie in più. Nel rapporto copie/incassi si segnala solo la buona prestazione di A quiet passion, che, con 60 schermi occupati, ha incassato 69 mila euro.

Intanto dispiace constatare i modestissimi risultati ottenuti da una serie di film italiani di qualità, che, nonostante le ottime accoglienze critiche, non sono riusciti a suscitare le attenzioni che avrebbero meritato. Lazzaro felice ha rastrellato 378 mila euro; Hotel Gagarin 285 mila euro; Tito e gli alieni 120 mila; La terra dell’abbastanza 107 mila. E così, per la prima volta nel corso dell’anno, la quota di mercato della produzione nazionale è scesa sotto il 30%.

Nessun Articolo da visualizzare