BOX OFFICE USA: “ANT-MAN” BATTE “PIXELS” SUL FILO DI LANA

Lotta serrata al botteghino nordamericano in questo fine settimana che ha visto prevalere, per poche centinaia di migliaia di dollari, il supereroistico Ant-Man sulla new entry Pixels. Il film della Marvel ha mantenuto la vetta grazie ai 24.7 milioni del weekend che portano il totale a 106 milioni di dollari (in tutto il mondo è a quota 226 ). Apre, invece, in seconda posizione Pixels, l’action-comedy di Chris Columbus con Adam Sandler. Il film della Sony Pictures era tra i blockbuster più attesi di questo luglio e, complici forse anche le recensioni non troppo positive, ha chiuso il weekend con appena 24 milioni di dollari (lo Studio si aspettava inizialmente un esordio tra i 40 e i 50 milioni, ma già dopo gli incassi del venerdì era chiaro che il film non avrebbe raggiunto quella cifra). Con i 25 milioni provenienti dal mercato estero, Pixels raggiunge i 49 milioni complessivi (il budget sfiora i 90 milioni).

Continua la strepitosa performance dei piccoli Minions che, dalla terza piazza, incassano altri 22.1 milioni e si portano a 261.6 casalinghi e 759 worldwide (ne è costati solo 74). La commedia di Judd Apatow, Trainwreck, scende al quarto posto con 17.3 milioni e 61 totali. Al quinto posto un’altra new entry: Southpaw. Il dramma-sportivo di Antoine Fuqua con Jake Gyllenhaal incassa 16.5 milioni di dollari e non faticherà nelle prossime settimane a recuperare i soldi del budget (30 milioni). Il dramma low-budget Paper Towns debutta alla posizione numero sei con 12.5 milioni. Il cartoon Pixar Inside Out è settimo con 7.3 milioni di dollari (320 in casa e 550 complessivi). Il re dell’estate Jurassic World, dall’ottava posizione, si porta a casa altri 6.9 milioni (623 domestici e 1.541 miliardi di $ totali) e si conferma al terzo posto tra i film più visti di sempre. Mr. Holmes aumenta la distribuzione (si passa dalle 361 sale alle 686) e incassa altri 2.8 milioni di dollari per un totale di 6.4. Il sipario si chiude con Terminator Genisys, decimo con 2.4 milioni di dollari. Il reboot del franchise è ora a 85 milioni e molto probabilmente chiuderà la sua corsa negli States con 90. In tutto il mondo le cose vanno meglio e il film ha toccato quota 305 milioni. La Paramount Pictures aspetta ora gli incassi del mercato cinese (uscirà in Cina il 23 agosto) e se Terminator riuscirà a raggiungere i 375-400 milioni di dollari complessivi allora si potrà andare avanti con i sequel già programmati per il biennio 2017-2018.

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare