BOX OFFICE USA: IL NATALE AMERICANO È NEL SEGNO DI “ROGUE ONE”

Nonostante le tante nuove uscite della settimana, è stato ancora una volta lo spin-off di Star Wars, Rogue One, a dominare in lungo e in largo il weekend di Natale con 96 milioni di $ incassati in 4 giorni. Per il film di Gareth Edwards (318 milioni rastrellati sul suolo nordamericano in 11 giorni di distribuzione) battere il record casalingo annuale di Alla Ricerca di Dory (486 milioni di $) non è affatto un’utopia. Dai mercati internazionali, poi, sono arrivati altri 237.4 milioni di $ che hanno portato il totale a 555 milioni.

Debutta in seconda posizione, con 56 milioni, Sing, il musical d’animazione dal ricchissimo cast vocale (le voci originali sono di attori del calibro di Matthew McCounaghey, Reese Witherspoon e Scarlett Johansson). Il film prodotto dalla Illumination Entertainment (che già quest’estate aveva fatto grandi incassi con il cartoon Pets-Vita da Animali) è a 76 milioni casalinghi e 94 in tutto il mondo.

L’atteso romantic sci-fi Passengers, con le stelle del momento Chris Pratt e Jennifer Lawrence, esordisce in terza piazza con 23 milioni di $ (30 totali). Dal costoso film (budget di oltre 100 milioni di $) di Morten Tyldum (The Imitation Game) ci si aspettava un inizio certamente più baldanzoso.

La commedia Proprio lui? con la strana coppia James Franco-Bryan Cranston si piazza in quarta posizione con 16.7 milioni. Dati i costi (38 milioni), il film di John Hamburg (E alla fine arriva Polly) non dovrebbe faticare a recuperare i soldi del budget.

E arriviamo ora alla vera grande delusione di questo weekend natalizio: Assassin’s Creed. Il kolossal di Justin Kurzel (125 milioni di costo) con protagonista Michael Fassbender non è andato oltre la quinta piazza con 15 milioni di $ (22 casalinghi e 36 globali). E per il film tratto dalla celeberrima saga videoludica della Ubisoft la strada per il successo si fa dura.

Gran balzo in avanti per Fences che passa dalla 25esima alla sesta posizione grazie alla distribuzione in oltre 2200 sale. Il drama diretto e interpretato da Denzel Washington ha incassato 11.3 milioni di $. Settimo posto per Oceania che, nonostante la forte riduzione della distribuzione nelle sale (-900), perde solo il 18% e incassa altri 10.4 milioni (183 casalinghi e 327 worldwide). Aumentano le copie in sala dell’acclamato La La Land (presente ora in 734 cinema) e il pubblico gradisce garantendo al musical di Damien Chazelle un dorato ottavo posto da 9 milioni (17.5 totali e 35 internazionali). Alla posizione numero nove troviamo La Festa prima delle Feste con 7.2 milioni (44 casalinghi e 81 worldwide), mentre alla decima c’è Collateral Beauty con 7 milioni (18 complessivi e 29 in tutto il mondo).

In distribuzione limitatissima, inoltre, sono, tra gli altri, usciti Patriots Day con Mark Wahlberg (241mila $ racimolati in 7 sale), Silence di Martin Scorsese (180mila $ in 4 sale) e Live by Night di e con Ben Affleck (56mila $ in 4 sale).

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare