Box office: Spielberg ancora re degli incassi con Ready Player One

Ready Player One
Ready Player One

Abbonato al vertice del box office: a distanza di meno di due mesi dall’uscita di The Post, con il suo nuovo film Ready Player One, Steven Spielberg è nuovamente in testa alla classifica degli incassi. The Post esordì il 1 febbraio totalizzando nel primo giorno di programmazione 175 mila euro con 425 copie; Ready Player One è stato lanciato su 531 schermi ed ha incassato 254 mila euro mercoledì 28 marzo e altri 281 mila nella giornata di ieri, giovedì 29 marzo. Totale in due giorni 535 mila euro; cifra promettente per una rapida scalata ai primi posti della classifica stagionale.

Tuttavia l’arrivo del kolossal fantascientifico di Spielberg non ha penalizzato i film che erano già in programmazione: ieri Il sole a mezzanotte ha rastrellato 165 mila euro portando il proprio totale in otto giorni ad oltre 1,5 milioni, una bella sorpresa, perché il risultato è in crescita rispetto a sette giorni fa, e insieme c’è la conferma che il binomio amore/malattia continua ad esercitare grande fascino sul pubblico giovanile, come era già accaduto lo scorso anno con Io prima di te, che, a fine sfruttamento, arrivò a superare i 7 milioni di euro. Perde poco rispetto alla scorsa settimana anche Pacific Rim: la rivolta che ieri ha incassato 90 mila euro ed è prossimo al 1,5 milioni in totale e addirittura guadagna anche Peter Rabbit, ieri 83 mila euro e già oltre il milione in otto giorni.

Per ciò che riguarda le novità della settimana, Spielberg a parte, da segnalare la buona partenza di Tonya 73 mila euro con 247 copie e il derby fra le commedie italiane con Contromano che ha incassato 74 mila euro con 345 copie e Io c’è che, con dieci copie in meno, ne ha totalizzati 50 mila.

Leggi la recensione di Ready Player One

Ready Player One: l’intervista a Steven Spielberg!

Nessun Articolo da visualizzare