Kim Kardashian potrebbe finire in carcere per aver divulgato la telefonata tra Kenye West e Taylor Swift

Sembra che
Kim Kardashian potrebbe essere legalmente perseguita per aver diffuso sui social la telefonata tra suo marito Kanye West e la popstar Taylor Swift.

Secondo Gregory G.
Brown, avvocato della
Brown & Charbonneau, la Karsashian potrebbe essere incriminata per complicità e favoreggiamento o per istigazione a delinquere. Se così fosse, Kim Kardashian si troverebbe al centro di un uragano legale.

La star dei reality e suo marito hanno già consultato un legale, secondo quanto ha riferito una fonte vicina alla coppia. "Non si aspettano di essere perseguiti, ma c’è comunque una possibilità".

La stessa fonte sostiene che la coppia non aveva mai avuto intenzione di utilizzare la questione per Keeping Up With The Kardashians mentre un’altra persona, anch’essa vicina alle dinamiche della famiglia, dice che entrambe le parti erano a conoscenza del fatto e che avrebbero dato il benestare.

Se l’avvocato Brown ripete che in California è illegale la registrazione di ogni tipo di comunicazione confidenziale, la Swift ha sottolineato, sul suo profilo Instagram, che la telefonata era stata registrata in segreto.

Brown continua spiegando che, essendo una comunicazione telefonica, la registrazione è ad ogni modo illegale, anche se insieme alla Swift ci fossero state altre persone, cosa che avrebbe fatto cadere la "segretezza" della telefonata. A causa di ciò, la coppia 
potrebbe dover sborsare fino a 5000 $ e addirittura scontare un anno in prigione, oltre ai danni civili.

Una fonte vicina alla famiglia ha dichiarato che "Ancora una volta, Taylor Swift sta facendo la vittima. Assurdo! È una bugiarda e niente che potrà dire cambierà la verità".

Per tutta risposta, una fonte vicina alla Swift ha sostenuto che Kayne West ha continuato ad attaccare Taylor e che il rapper abbia continuato ad incitare all’odio verso la pop star sui social e nei suoi show.

Leggi anche: