È morto Elio Pandolfi, a 95 anni ci lascia lo storico doppiatore

Voce storica del Carosello, era lui lo Stanlio di Laurel & Hardy.

Elio Pandolfi

È morto Elio Pandolfi, a 95 anni ci lascia uno dei più grandi doppiatori italiani, un attore da sempre presente in radio e sui palcoscenici, dopo una vita che lo aveva visto anche cantante, mimo e ballerino dividersi tra teatro musicale, commedia, cinema e tv. E che lui stesso ricorda nel suo sito e nella sua autobiografia.

Fonti della famiglia confermano che Pandolfi si sia spento nella sua casa di Roma, come anche che non si terranno funerali, espressamente esclusi per volontà dello stesso.

Che ci lascia dopo oltre 70 anni di una carriera ricca e longeva, considerato che – nato nella Capitale il 17 giugno del 1926 e dopo essersi all’Accademia nazionale d’arte drammatica – aveva debuttato a Venezia nel 1948 come mimo-ballerino in Les malheurs d’Orphée di Milhaud, per poi entrare con Orazio Costa al Piccolo Teatro di Roma.

Morto Nino Castelnuovo, aveva 84 anni

Tra i più grandi doppiatori italiani, con oltre 500 film all’attivo, era stato la voce di Stanlio della coppia Laurel & Hardy e quella storica del Carosello, tra gli ultimi rappresentanti di una generazione di attori capaci di esprimersi in ogni campo e forma artistica, dalla prosa all’operetta, che lo vide lavorare con Wanda Osiris.

Zingaretti, morto Aquilino, il papà di Luca e Nicola

Il grande pubblico lo ricorda soprattutto per i tanti anni in coppia con Antonella Steni e per i grandi varietà come Studio 1 con Mina. L’ultima volta in palcoscenico, nel 2019 a Roma in Io mi ricordo con Riccardo Castagnari e la regia di Paolo Silvestrini.

Nessun Articolo da visualizzare