Emancipation, stop al film di Will Smith e Antoine Fuqua per Covid

Ancora problemi per il film Apple Original, bloccato da alcuni casi di positività.

Ad aprile, per questioni di etica e solidarietà, Will Smith e Antoine Fuqua avevano deciso di spostare la produzione del loro nuovo Emancipation altrove, abbandonando lo Stato della Georgia dove le riprese erano previste per giugno. Purtroppo, a sole due settimane dal primo ciak del film già si registra uno stop alla produzione, a causa del risultato positivo di un “piccolo numero” di test Covid.

Emancipation: Antoine Fuqua e Will Smith rinunciano a girare in Georgia

Un problema non solo del film degli Apple Studios, visto che recentemente anche titoli come Matilda – o i televisivi Bridgerton e American Horror Story 10 – si erano trovati costretti a interrompere le riprese. Spesso per un breve lasso di tempo, ma non si sa mai…

American Horror Story 10, chiude per Covid la produzione della serie

I casi riscontrati, quanto a Emancipation, sono stati solo alcuni su un numero di centinaia effettuati sul set in Louisiana dove si sta lavorando. Sufficienti comunque a costringere la produzione a fissare uno stop di cinque giorni, a partire da oggi, lunedì 2 agosto. Sempre che la nuova ondata di casi ‘Delta‘ del virus, che si sta diffondendo negli stati Uniti, non costringa a ulteriori accorgimenti.

Seguiranno aggiornamenti sullo sviluppo della storia, sceneggiata da William N. Collage (Assassin’s Creed, Exodus – Dei e re, Tower Heist), dello schiavo Peter, in fuga da una piantagione in Louisiana dopo essere stato quasi ucciso a frustate. Seminati i suoi aguzzini e superate le paludi della Louisiana, in un tortuoso viaggio verso nord, l’uomo si arruola nell’esercito dell’Unione e dà inizio alla storia vera cui ci si è ispirati, raccontata da una famosa fotografia del 1863, The Scourged Back.

Nessun Articolo da visualizzare