BIZZARRO MOVIES

[highlight color=red ]WEIRDO POSTA[/highlight]

[column size=one_quarter position=first ]Rawhead-Rex-poster-01+A-Fox's-tale[/column][column size=three_quarter position=last ]

Il Collettivo “KastratKabbasisiKommandatur” di Siracusa vuole lumi su Rawhead Rex (George Pavlou, 1987), tratto da un racconto breve di Clive Barker, “maestro di ogni nefandezza”.
Spettabile Collettivo, il film in discorso è decisamente mediocre, pur conservando ancora oggi un suo status di cult-movie per gli appassionati dell’horror. Contiene diverse sequenze splatter e le scene investigative mantengono alta una certa tensione, ma il punto debole è proprio il mostro, un umanoide deforme dallo sguardo rosso fuoco, alto più di due metri, che ostenta una faccia poco mobile da mascherone di gomma. Barker nel suo scritto lo immagina come «un fallo gigante con i denti »: forse se i make-up artists lo avessero riprodotto così, avrebbe inquietato decisamente di più.

 
Cerbiattino Ferox da Casalbuttano (Cremona) ha letto in rete di un film d’animazione, A Fox’s Tale (György Gát, János Uzsák, 2008), qualificato «come il più brutto cartoon di ogni tempo » e vuol sapere se noi condividiamo questo giudizio così “tranchant”. Caro “Cerbiattino”, si tratta di un sequel, decisamente rozzo, del già modesto Vuk (it. “Vuk la piccola volpe”, Attila Dargay, 2008).
Sebbene le voci dei doppiatori per la versione internazionale appartengano ad attori noti, la realizzazione è talmente pedestre e la storia infarcita di tali e tante banalità che, probabilmente, anche a un Catecumeno Yeeeuuuch avvezzo a ogni “sportKizia” la visione risulterebbe affliggente oltre ogni dire.

[/column]

[column size=one_third position=first ]

[highlight color=red ]CHE WEIRDO DICI?[/highlight]

“Rispondi a Suor Hildegarde: ti sei abbassata
le mutandine?; “Sì.”

Amy McAllister a Sophie Kennedy Clark in Philomena
di Stephen Frears, 2013

“Senza alcuna ragione si leva le mutandine”
Javier Bardem in The Counselor-Il procuratore
di Ridley Scott, 2013

“Bel fegato a venire senza reggiseno!”
Sylvester Stallone a Robert De Niro in Il grande match
di Peter Segal,  2013[/column]

[column size=one_third position=middle ]

[highlight color=red ]LA SCENA WEIRD DEL MESE[/highlight]

Mazzabubù… quante corna stanno quaggiù?

(1971) di Mariano Laurenti
Un cast d’eccezione (Giannini, Pippo Franco, Carlo Giuffré, Montagnani, Koscina, Pampanini, Franchi & Ingrassia e tanti altri volti noti) per un film a episodi – abbastanza piccante per l’epoca – sul tema delle “corna”. Tra le varie scenette ci piace ricordare quella con Luciano Salce nei panni di un pomposo critico d’arte, convinto che la moglie, nuda, abbia ispirato un quadro astratto. Esilarante ancora oggi il linguaggio “critichese” sfoggiato dal bravissimo Salce: tre “stelle-bizarro” su cinque.[/column]
[column size=one_third position=last ]

  A B C[/column]

[highlight color=red ]CINECLUB YEEEUUUCH![/highlight]

Frankenhooker_DVD+Serata all’insegna del demenziale coniugato prima con l’horror e poi con il fantasy. Le proiezioni iniziano con Frankenhooker (1990, Dvd All Regions, Shapiro-Glickenhaus Home Video) di Frank Henenlotter: la storia verte su di un giovane aspirante scienziato che perde la propria ragazza in un maldestro incidente con un tosaerba e pensa (male) di riportarla in vita col “metodo Frankenstein”, facendo a pezzi delle peripatetiche. Un classico “midnight movie” farcito di gag scatenatissime, effetti speciali da quattro soldi, nudi volenterosi e un finalino grottesco in stile “Racconti dalla cripta”.Sua-maestà-scont
A seguire, Sua Maestà (Your Highness, 2011, Dvd Universal) di David Gordon Green, sorta di parodia fantasy con parecchia originalità a iniziare dal “rating” “R” ricevuto negli States per «forti e crudi contenuti a sfondo sessuale, linguaggio oltraggioso, nudità, violenza e un certo uso di droghe »: una scatenata avventura in un “mondo da fiaba”, ove principi fratelli bisticciano tra loro, damigelle vengono rapite da stregoni e s’incontrano “bizarre” creature (c’è finanche un Minotauro col pene eretto). Cast prestigioso: Danny McBride, James Franco, Natalie Portman, Zooey Deschanel. Servite ai vostri ospiti calici con idromele di acacia e fiori di sambuco Chouchen (reperibile nelle migliori vinerie) oppure, in caso non voleste impegnarvi tanto, del sidro di mela a cui affiancherete tartellette miste con lardo al pepe, formaggi di fossa accompagnati da salsine (non potrà mancare quella di fichi) e marmellate varie.

 

 

Nessun Articolo da visualizzare