CIAK VINTAGE: MAGGIO 2001

maggio2001Fra le copertine che Ciak ha dedicato alla splendente Croisette, forse è quella che meglio rende l’atmosfera del festival francese, in immagine e parole. L’immagine è una doppia Nicole Kidman, rossa come la passione e, più in piccolo, dorata come appare in Moulin Rouge. Quel maggio aprì in concorso, quest’anno replica ma fuori gara, ritrovando però il glamour di allora nelle vesti di Grace Kelly. Poi c’è lo “strillo”, che rende l’atmosfera: Can Cannes. Perché Cannes è veramente un vortice di luci, colori, mondanità, scoperte. Il servizio d’apertura, però, è per Nanni Moretti, che regala a Ciak un amarcord d’immagini dei suoi set, da quello di Io sono un autarchico, al più recente di La stanza del figlio, quasi un servizio/premonizione della meritata Palma d’Oro che riceverà con quel film a fine festival. In un’edizione piena di opere potenti, da Il mestiere delle armi di Olmi a La pianista di Haneke, da Mulholland Drive di Lynch a Viaggio a Kandahar di Makhmalbaf. E che svelò anche un mito futuro, quello de Il Signore degli Anelli. Ufficialmente presentato con una festa faraonica… in un villaggio hobbit. Quando tutto era più ricco, forse più luminoso, certo più cancannes.

Nessun Articolo da visualizzare