Ghostbusters, Ernie Hudson: “Il reboot di Paul Feig mi è piaciuto ma è stato un errore”

Il film fu un fiasco al botteghino, portando a una conclusione di quel ramo del franchise

Qualche giorno fa è stato annunciato che Ghostbusters Legacy, il terzo capitolo della saga iniziato nel 1984 con il primo Ghostbusters, è stato rimandato in autunno. Per l’occasione uno dei componenti originali del cast, Ernie Hudson, è stato intervistato dal sito Living Life Fearless dove ha avuto modo di raccontare le sue sensazioni sul nuovo film e anche cosa ne pensa del reboot del 2016 al femminile di Paul Feig.

“Sono un grande fan di loro e di Paul Feig. Il film mi è piaciuto molto e per me è un reboot,  significa che hanno cercato di rifarlo in un’altra versione di quello che abbiamo già fatto. E penso che sia stato un errore. È un po’ come noi, ma non siamo noi. Era il rifacimento di una storia che c’era già, il che genera paragoni che non andrebbero fatti. Il nuovo film è nello stesso universo dell’originale, e sono passati 30-35 anni.”

Ghostbusters Legacy uscirà nelle sale nel 2021 e vedrà come protagonista nuovi attori ma anche vecchie conoscenze. Il nuovo cast è composto da Mckenna Grace, Finn Wolfhard, Carrie Conn e Paul Rudd. Bill MurrayDan Aykroyd, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Annie Potts, invece, ritorneranno nei loro rispettivi ruoli originali.

Nessun Articolo da visualizzare