It’s a Sin, l’amore al tempo dell’AIDS nel trailer della serie Starz

Vedremo le emozionanti avventure di cinque giovani nella Londra anni '80

It's a Sin
It's a Sin

“Un mix unico di struggente entusiasmo e ribollente dolore” (Entertainment Weekly), “Un prodotto televisivo potente, politico e altamente emotivo” (Daily Mirror): con queste premesse sarà impossibile non aspettarsi molto da It’s a Sin. La serie in cinque episodi, creata dal noto produttore televisivo Russell T. Davies (Queer as Folk, Years and Years), arriverà in Italia da martedì 1 giugno su Starzplay.

Al centro di tutto, la storia emozionante di un gruppo di giovani uomini che scoprono l’amicizia e l’amore durante la terribile diffusione dell’AIDS negli anni ’80. La serie limitata in cinque episodi esplora le vite di Ritchie (Olly Alexander), Roscoe (Omari Douglas), Colin (Callum Scott Howells) e Ash (Nathaniel Curtis) mentre intraprendono una nuova vita a Londra. I tre e la loro migliore amica Jill (Lydia West), estranei all’inizio, si ritrovano a condividere le reciproche avventure. Ma un nuovo virus sta dilagando e presto le loro vite vengono messe alla prova in modi che non avrebbero mai immaginato. Col passare del decennio anche loro crescono, all’ombra dell’AIDS, ma sono determinati a vivere e amare più intensamente che mai.

Oltre ai cinque protagonisti, nel cast si ritrovano talenti emergenti come Keeley Hawes (The Missing), Shaun Dooley (Broadchurch) e Tracy Ann Oberman (After Life), guidati da Neil Patrick Harris e Stephen Fry.

It's a Sin
It’s a Sin

Da RED Production Company e commissionata da Channel 4, con All3Media International, HBO Max e USA, la serie limitata è scritta e prodotta dal vincitore di numerosi BAFTA Russell T Davies, con Nicola Shindler (Happy Valley, The Stranger) che è anche produttore esecutivo.

Nessun Articolo da visualizzare