Jungle Cruise, The Rock annuncia l’uscita del film su Disney+ e al cinema

Il film arriverà in contemporanea su tutti gli schermi quest'estate.

Jungle Cruise
Jungle Cruise

Dopo essersi scusato per l’emozione – e il sudore – è lo stesso Dwayne “The Rock” Johnson ad annunciare l’arrivo nei cinema di tutto il mondo del suo ultimo Jungle Cruise. La data è quella del 30 luglio, a partire dalla quale sarà possibile vedere il film diretto da Jaume Collet-Serra tanto sulla piattaforma Disney+ quanto nelle sale cinematografiche di tutto il mondo.

Coinvolgente come sempre, il granitico attore ha pubblicato un video sul proprio profilo instagram nel quale condivide con i suoi fan l’entusiasmo e i suoi particolari ricordi. Degli inizi, ai tempi del Re scorpione, dell’emozione di vedere il trailer dei Pirati dei Caraibi e di un sogno realizzato. Quello che da bambino, a 8 anni, nel suo cinema preferito di Charlotte, lo spinse a inseguire l’obiettivo di diventare quello che è oggi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da therock (@therock)

Con Dwayne Johnson, nel cast del film troviamo Emily Blunt, Edgar Ramírez e Jack Whitehall, Jesse Plemons e Paul Giamatti. Per una sceneggiatura di Michael Green, Glenn Ficarra e John Requa, a partire da una storia di John Norville, Josh Goldstein e degli stessi Ficarra & Requa.

Sinossi:

Ispirato alla famosa attrazione di Disneyland, Jungle Cruise è un emozionante viaggio avventuroso attraverso l’Amazzonia dello skipper Frank Wolff e dell’intrepida ricercatrice Dr. Lily Houghton. In arrivo da Londra, questa decide di affidarsi ai discutibili servizi di Frank per discendere il fiume La Quila con la sua barca, sgangherata ma affascinante. La studiosa è decisa a scoprire un antico albero dalle inaudite proprietà guaritrici, e a cambiare il futuro della medicina. Ma nella loro ricerca i due incontreranno innumerevoli pericoli e forze soprannaturali, in agguato nella lussureggiante foresta pluviale.

Secondo quanto riferito, la decisione della release contemporanea sarebbe arrivata dopo aver valutato diverse possibile ipotesi. E considerata la chiusura dei cinema di molti mercati, come l’Europa e il Brasile, nonché delle principali province del Canada, almeno fino a metà giugno.

 

Nessun Articolo da visualizzare