Kevin Costner su Sean Connery: “Era preciso e tecnico, poteva sembrare brusco ma con me non lo è mai stato”

L'attore ha recitato con Sean Connery in "The untouchables" di Brian De Palma

THE UNTOUCHABLES, Sean Connery, Kevin Costner, 1987. (c) Paramount Pictures/ Courtesy: Everett Collection.

Kevin Costner è stato intervistato dal quotidiano “La Repubblica” dove ha raccontato il suo rapporto con Sean Connery. I due hanno lavorato insieme in più di un’occasione.

Costner aveva 32 anni quando Brian De Palma lo chiamò per il ruolo di Eliot Ness in Gli intoccabili, il film del 1987 con un cast eccezionale che avrebbe portato a Sean Connery un Oscar come migliore attore non protagonista grazie all’interpretazione di un duro poliziotto irlandese nella Chicago della Depressione. Ecco cosa ha detto del suo rapporto con l’attore scozzese:

“Quando girammo Gli intoccabili ero già un suo grande ammiratore, rispose esattamente all’idea che m’ero fatto di lui. L’ho sempre giudicato la più grande star del mondo, mi sentivo come uno studente universitario al primo anno di fronte a un altro che si sta laureando. Era Preciso e tecnico, poteva anche essere molto brusco ma con me non lo è mai stato, mi coinvolgeva con attenzione e gliene sarò sempre grato. Non ci sentivamo regolarmente ma posso dire che eravamo amici, seguivo sempre quello che faceva. Era fiero delle sue radici teatrali, evidentissime quando esce dai panni di Bond”.

Nessun Articolo da visualizzare