Mank e gli altri: aumentano le uscite in sala del 26 aprile

Oltre cento film attendono la riapertura dei cinema, ma quali vedremo?

Mank
Mank

Li hanno annunciati, promessi e rimandati… La pandemia e le ondate che si sono susseguite in questi mesi hanno impedito a grandi film di arrivare al cinema. Ma ora che si parla di riapertura le uscite in sala iniziano a diventare una realtà. E sono in molti ad annunciare la loro presenza sin dal primo giorno disponibile. In primis Minari, del quale avevamo già detto, al quale si aggiunge un altro dei titoli più forti tra i tanti candidati al Premio Oscar 2021: Mank, di David Fincher.

Mank, David Fincher racconta l’America su Netflix – Recensione

Dieci nomination fanno del film che racconta la realizzazione e i misteri legati al leggendario Quarto potere di Orson Welles uno dei favoriti alle statuette, come il film di Lee Isaac Chung, con il quale si scontrerà anche al botteghino italiano. I due film, infatti, sono tra le uscite programmate per il giorno del 26 aprile, insieme a un numero imprecisato di altri titoli.

“Sono oltre 100 i film pronti per l’uscita in sala” ha dichiarato Mario Lorini, presidente dell’Associazione Nazionale Esercenti Cinema (Anec) parlando di un “primo passo simbolico”. Sul quale contano in molti. “Usciranno sicuramente in sala i film favoriti all’Oscar come Nomadland e Minari – ha spiegato ad HuffPost Domenico Dinoia, presidente della Federazione italiana cinema d’essai (Fice), – e anche opere come Lei mi parla ancora di Pupi Avati o Cosa sarà di Francesco Bruni, che nonostante siano già disponibili on demand hanno ancora del potenziale per il grande pubblico”.

Minari, il film prodotto da Brad Pitt è la prima uscita in sala Academy Two

Come Pieces of a Woman, con la Vanessa Kirby premiata a Venezia con la Coppa Volpi, Una donna promettente, con Carey Mulligan, o “il film Orso d’Oro a Berlino, Bad Luck Banging or Loony Porn del romeno Radu Jude, e dopo una settimana la coproduzione italo-argentina Maternal (Hogar) di Maura Delpero, menzione speciale a Locarno”, come anticipa all’ANSA Andrea Occhipinti, fondatore di Lucky Red e del Circuito Cinema.

Da Luigi Lonigro, presidente dei distributori nell’Anica e direttore di 01 Distribution, arrivano le indicazioni sui “film protagonisti ai David l′11 maggio, come Volevo nascondermi di Giorgio Diritti con Elio Germano e I Predatori di Pietro Castellitto; e poi forse a metà maggio premiere come Il Cattivo Poeta di Gianluca Jodice, con Sergio Castellitto nel ruolo di Gabriele D’Annunzio, l’ultimo capitolo dell’horror Saw, la commedia divertente School of mafia e il nuovo After“.

Titoli importanti, a conferma del “bel segnale” recepito da tutti. E nella speranza che si possa spostare il coprifuoco alle 22, definito “penalizzante per riportare il pubblico in sala”. “Prevedo giugno come mese cruciale e decisivo” evidenzia ancora Lorini, che si aspetta “una gradualità delle riaperture, settimana dopo settimana in base ai film che saranno disponibili” e ammonisce: “Dobbiamo fare in modo che, con una variegata offerta per tutti i pubblici, quella che comincia il 26 aprile non sia una falsa ripartenza, perché non ce lo possiamo permettere”.

“Siamo pronti per riaprire e in tutta sicurezza, con gli standard rispettati finora – ribadisce Occhipinti. – Da lunedì 26 le sale del circuito cinema cominceranno a riaprire e a programmare bei film”. Siete tutti invitati.

Nessun Articolo da visualizzare