MGM rifiuta Apple TV+: il prossimo 007 deve uscire al cinema

Una piccolissima buona notizia per la sala.

Dopo tanti rumors su una possibile uscita del prossimo James Bond su Apple o Netflix, la Mgm ha deciso: No Time To Die, la cui uscita è stata più volte rinviata per la pandemia, “non è in vendita” ai giganti dell’online.

Secondo Variety, sembra che MGM abbia esplorato l’eventualità di vendere i diritti di No Time to Die ad un servizio di streaming. Apple e Netflix si sono fatte subito avanti ma alla fine sembra tutto saltato. Su queste presunte trattative non ci sono state conferme ufficiali da parte di nessuno dei diretti interessati. Inoltre non è chiaro se i produttori di James Bond Barbara Broccoli e Michael G. Wilson fossero d’accordo.

Considerando l’importante budget del film, di circa 250 milioni di dollari, non sorprende che MGM cercasse un guadagno più facile, cospicuo e immediato rispetto alla comunque rischiosa uscita nelle sale il prossimo anno, ma alla fine si è deciso di tirarsi fuori dalla proposta e dalle contrattazioni (almeno, così sembrerebbe e noi lo speriamo).

Vi ricordiamo che 007 No Time To Die sarà l’ultimo capitolo della saga con protagonista Daniel Craig, che passerà il testimone dopo il suo lungo ciclo di film durato quindici anni.