Morto il dj Claudio Coccoluto

L’artista, 59 anni, si è spento all’alba di martedì nella sua casa di Cassino, dopo aver lottato per una anno contro la malattia

Se ne va uno dei più grandi dj italiani: all’alba si è spento Claudio Cocculuto, 59 anni, nella sua casa di Cassino, accanto alla moglie Paola e ai figli Gianmaria e Gaia. Secondo il Corriere.it era malato da un anno. L’artista era originario di Gaeta, in provincia di Latina, dove aveva iniziato ad appassionarsi al mondo della musica nel negozio di elettrodomestici del padre sulle note di Maga Maghella di Raffaella Carrà .

Tra i primi a volergli rendere omaggio alla memoria il socio Giancarlo Battafarano, per tutti Giancarlino con il quale aveva fondato uno dei locali più noti di Roma, il Goa:

«Se ne va il maestro più grande e l’amico di sempre. Ha dato cultura alla musica nei club come dj e artista fuori dal coro. Sempre pronto a metterci la faccia con i media sia per gli aspetti gioiosi sia per i problemi del nostro settore. Con lui se ne va una parte di me».

Coccoluto, inizia nel ‘78 come speaker nell’emittente locale «Radio Andromeda», successivamente dal 1985 questa diventa la sua professione. Le sue prime esperienze nei locali sono al Seven Up di Gianola (frazione di Formia) e all’Histeria di Roma, dove sostituisce Corrado Rizza affiancando il dj Marco Trani.L’apice della sua carriera, la serata che più lo inorgogliva, fu la performance alla Sound Factory di New York nel ‘91: «In pista c’erano tutti i più grandi, da Louie Vega a Tony Humphries». Successivamente la sua carriera decolla ancora di più, diventa produttore di materiale proprio; l’ultima pubblicazione è stata a giugno 2008 con l’album imusicselection5 – Vynil Heart, raccolta di 14 tracce realizzata in un’unica sequenza di vinili ed effetti mixati a mano libera come in un club. Negli anni a seguire partecipa a varie trasmissioni come Matrix e Ciao Darwin e nel 2008 recita anche nel film “Io non ci casco” di Falcone.

Durante il lockdown, quando il mondo dei club si è fermato, è stato tra i più attivi nel sensibilizzare la politica e l’opinione pubblica sulle difficoltà del settore della musica.  L’ultimo dj set in streaming che lo ha visto protagonista dal suo home studio, è stato lo scorso 21 dicembre, sul canale Facebook di Technics.

Nessun Articolo da visualizzare