“COCO”: ARRIVA UN CORTO SULLA PEDOFILIA

CocoSono terminate a Roma le riprese di Coco, cortometraggio di Veronica Succi, una «denuncia sociale necessaria e coraggiosa», come ha dichiarato la stessa autrice, sul deplorevole mondo della pedofilia. Lo short film girato al Pigneto e in teatri di posa, racconta la vita e le emozioni di Coco – alias Santiago Jimenez Barrios, una donna transessuale quarantenne di origine latina – la sua traumatica infanzia ed il suo mutamento grazie all’arte. La protagonista, infatti, interpretata dalla bravissima Antonia San Juan, portata alla ribalta internazionale da Pedro Almodóvar con il celebre Tutto su mia madre dove interpretava Agrado, per far fronte al trauma subito si rifugia in un universo paillettato fatto di colori, vestiti e danza che la condurrà a mutarsi in un’artista trasformista. Un momento di svolta che sarà segnato dalla terribile scoperta che vede la madre come la prima responsabile dei suoi abusi sessuali.

CocoNel corto, accanto ad Antonia San Juan: Federico Rosati, Claudio Botosso, Eva Basteiro e il piccolo Flaio nel ruolo di Coco da bambino. L’opera della Succi è uno spin-off del prossimo lungometraggio dal titolo Parvus, thriller che affronta il tema della pedofilia denunciando una realtà sconosciuta: l’esistenza di organizzazioni internazionali di pedofili a sostegno del loro vizio. Protagonista sarà Daniele (Marco Bocci), uomo comune con un segreto inconfessabile: la sua attrazione per bambini. In Parvus, accanto a Bocci, ci saranno, tra gli altri, anche San Juan e Rosati.

Non perdetevi la clip contiene un dietro le quinte del film e le videointerviste a Veronica Succi e a tutto il cast di Coco!

Nessun Articolo da visualizzare