“UN AMERICANO A PARIGI”: LA CLIP IN ESCLUSIVA

Vincitore di sei Premi Oscar e considerato dall’American Film Institute tra i migliori 100 film (nazionali) di tutti i tempi, Un americano a Parigi da domani ci farà nuovamente sognare nel buio della sala. Un grande classico quello firmato da Vincente Minnelli per la MGM che, grazie a Cinema di Valerio de Paolis, per festeggiare i suoi 65 anni, ritorna sul grande schermo restaurato in technicolor. Dalle indimenticabili musiche di George Gershwin allo strepitoso Gene Kelly, perfetto nell’incarnare l’atmosfera vissuta nella capitale francese dai bohémiens d’oltreoceano, sino alla deliziosa étoile del Ballet des Champs-Elysées di Roland Petit, Leslie Caron, il capolavoro di Minnelli conserva intatto il suo potere di stupire e incantare e sopratutto quello di regalarci due ore di un cinema capace di entrare nel cuore.

In attesa di rivivere la magia di Un americano a Parigi non perdetevi la nostra clip in esclusiva, che vi darà un assaggio di quello che potrete vedere da domani sul grande schermo!

LA TRAMA L’americano Jerry Mulligan, finita la guerra, è rimasto a Parigi per dipingere. Vive in un localino dove il letto e il tavolino rientrano nel soffitto e nella parete e va a esporre i quadri, che nessuno compra, a Montparnasse. Viene abbordato da una ricca, attempata americana che gli compra un quadro. Ma poi conosce la giovane e graziosa commessa della quale si innamora, senza sapere che la ragazza sta per sposare il suo amico Paul. Un altro personaggio è il musicista-genio (Levant), che suona tutti gli strumenti dell’orchestra. Alla fine tutto va a posto. L’amore trionfa.

Nessun Articolo da visualizzare