Ultras, dentro le frange più estreme della curva

Il 9, 10 e 11 marzo al cinema e dal 20 marzo su Netflix, il film di Francesco Lettieri con le musiche di Liberato. Storia inventata, ma verosimile, che racconta la tifoseria senza sconti per nessuno

«Sono sempre stato tifoso» racconta a Ciak il regista Francesco Lettieri. «Ho una profonda passione per il calcio, fin da quando avevo 16/17 anni. Ho seguito il Napoli dagli anni del fallimento in poi. Da allora sono quasi sempre andato alle partite allo stadio, in curva, e ho provato una vera fascinazione per i gruppi organizzati, anche se non ci sono mai entrato. Direi che il mio rapporto con il tifo è quasi “spirituale”. Nel momento in cui mi sono chiesto quale sarebbe stato il mio primo film, ha preso corpo la sceneggiatura di Ultras…».

Francesco Lettieri, nel mondo del videoclip musicale italiano, è una vera celebrità. Ha un’esperienza di quasi dieci anni e realizzato circa sessanta clip da milioni di clic. La colonna sonora del film è stata curata da Liberato, artista napoletano di cui non si conoscono il volto e l’identità.

ULTRAS, film originale Netflix in associazione con Mediaset, prodotto da Indigo Film, uscirà in alcuni cinema selezionati il 9, 10 e 11 marzo distribuito da Indigo Film e sarà disponibile su Netflix dal 20 marzo. Francesco Lettieri, oltre alla regia, ha scritto anche il film insieme a Peppe Fiore.

Ecco un estratto di quello che Lettieri ci ha raccontato nell’intervista che trovate su Ciak di marzo in edicola.

Per scrivere la sceneggiatura ha frequentato qualche gruppo ultras?

Ho incontrato tifosi molto diversi fra loro, persone con famiglie, con un lavoro. Vivono il tifo in maniera separata dall’altra “vita” quotidiana. Onesti lavoratori e padri di famiglia la domenica andavano negli autogrill a cercare lo scontro o ad accoltellarsi con tifoserie avverse.

L’aspetto violento è una sorta di “marca” distintiva delle frange estreme del tifo.

La violenza è evidentemente una parte fondativa del movimento e della cultura ultrà. La criminalità però non lo è per forza, spesso nella cronaca si associano le due cose in maniera quasi sistematica. Tra l’altro gli ultras si differenziano nelle varie nazioni – Inghilterra, Est Europa, Italia… – e, a livello regionale e locale, ancora di più. Ho cercato di raccontare il mondo degli ultras a Napoli, molto diverso dal mondo degli hooligan inglesi o da quello del tifo più estremo del resto d’Italia. Il mio film ha come sfondo il mondo del tifo, ma poi narra vicende umane, storie personali…

L’intervista integrale su Ciak di marzo!

ULTRAS il trailer del film di Lettieri con le musiche di Liberato

Nessun Articolo da visualizzare