Un figlio di nome Erasmus, dal 1° luglio al cinema

Spensierata commedia on the road con Paolo Kessisoglu, Luca Bizzarri, Ricky Memphis, Daniele Liotti che si ritrovano 20 anni dopo un viaggio Erasmus a Lisbona

Tra i film più visti nelle principali piattaforme VOD (Video On Demand) – come primo lungometraggio italiano ad alto budget a uscire direttamente in streaming, contribuendo alla campagna #iorestoacasaUn figlio di nome Erasmus approda anche nelle sale a partire dal primo di luglio.

I protagonisti
Una spinta a sostegno di questa non semplice ripartenza, dunque, ma anche un’opportunità per rivedere, o vedere per la prima volta sul grande schermo, la prima produzione cinematografica targata Eagle Pictures con protagonisti Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Ricky Memphis e Daniele Liotti.

Quattro amici in viaggio
La nostalgia nella commedia italiana alle volte da un viaggio. Una foto, una canzone, un flashback, una lettera. A volte può bastare una traccia narrativa, altre volte – come in questo caso – è sufficiente anche una storia articolata nella scrittura. Quella di questo film, diretto da Alberto Ferrari (Tra due donne, La terza stella), quattro amici quarantenni si ritrovano in Portogallo, a distanza di 20 anni dall’Erasmus fatto a Lisbona, per affrontare un viaggio inaspettato alla scoperta di un segreto che potrebbe completamente cambiare la vita a uno di loro.

Dai contrasti la liberazione
La storia poi si “complica” per vecchi contrasti del passato ancora non risolti. Ma la presa di coscienza sul finale si rivela liberatoria e fa capire ai protagonisti che la loro vita può cambiare. Oltre al poker di protagonisti Bizzarri, Kessisoglu, Memphis e Liotti, c’è un astro nascente del cinema portoghese, Filipa Pinto (L’uomo che uccise Don Chisciotte). Ciliegina sulla torta il ritorno sul grande schermo di Carol Alt.

Un figlio di nome Erasmus sarà distribuito a partire dal 1º luglio 2020 da Eagle Pictures.

Nessun Articolo da visualizzare