Oscar 2021, abolito Zoom: la cerimonia si svolgerà solo in presenza

La cerimonia degli Oscar del 25 aprile sarà un incontro tenuto senza Zoom, limitato ai nominati, ai presentatori e ai loro ospiti.

Manca poco più di un mese alla cerimonia della 96esima edizione degli Oscar e i preparativi si fanno sempre più corposi, così come cresce l’interesse di scoprire le modalità di svolgimento della premiazione.

In una nota agli oltre 200 candidati di quest’anno, i produttori Steven Soderbergh, Jesse Collins e Stacey Sher hanno informato che la cerimonia degli Oscar del 25 aprile sarà un incontro intimo, di persona, tenuto senza Zoom e limitato ai nominati, ai presentatori e ai loro ospiti. Tutti i partecipanti, ovviamente, saranno sottoposti a tamponi e un team di sicurezza Covid-19 veglierà sul posto per tutta la durata dell’evento.

“Non ci sarà l’opzione Zoom” si legge nella nota indirizzata agli invitati. “Stiamo facendo grandi sforzi per fornire una serata in presenza sicura e piacevole per tutti voi, così come per tutti i milioni di fan del cinema in tutto il mondo. Riteniamo che l’opzione virtuale diminuirà questi sforzi”.

Sempre secondo quanto emerso dall’ultima dichiarazione, la premiazione avrà luogo sia alla Union Station nel centro di Los Angeles, sia nella sede tradizionale degli Academy Awards al Dolby Theatre di Hollywood. I nominati e i loro ospiti dovrebbero riunirsi in uno spazio nei pressi della stazione ferroviaria Union, mentre tutti gli altri all’interno del Dolby Theatre a circa 13 km di distanza.

Ricordiamo che la serata di premiazione sarà visibile in Italia in diretta su Sky, sul canale dedicato Sky Cinema Oscar.

Fonte: TheGuardian

Nessun Articolo da visualizzare

1 commento