Ricarlo Flanagan, a 40 anni muore di Covid-19 l’attore di Shameless

Ricarlo Flanagan

Non è ancora ufficiale la causa del decesso di Ricarlo Flanagan, ma molto probabilmente si tratta di Covid-19. Il 40enne attore, rapper e cabarettista noto per essere stato semifinalista della nona stagione di Last Comic Standing e parte del cast di Shameless aveva da nemmeno due settimane postato sul suo account twitter un messaggio che oggi appare emblematico dicendo “Questo covid non è uno scherzo. Non lo auguro a nessuno”

Una quasi certezza, purtroppo, corroborata anche dal messaggio del suo agente, Stu Golfman della KMR Talent:

“Tristemente questa pandemia ha tolto la vita a un artista di grande talento e a una delle persone più belle che abbia mai incontrato in vita mia e con cui era una gioia lavorare. Ricarlo ci mancherà molto”.

Non ci sono ancora dettagli sulla cerimonia commemorativa prevista per dargli l’addio definitivo, ma alcuni suoi amici hanno aperto una sottoscrizione su GoFundMe in sostegno della famiglia.

Rapper – con il nome di Father Flanagan e tre album all’attivo (Death of Davinchi, An Opus Inspired by Andre Martin, Hope Your Proud e il un quarto in arrivo, Both Sides Of The Brain) – nel 2013 Flanagan era apparso come stand-up comedian nel Last Comic Standing della NBC nel 2015 divenendo un volto noto.

Dopo i primi cortometraggi, era passato dalle partecipazioni a The Mick e The Carmichael Show a Shameless che gli aveva dato maggior fama, confermata da Walk the Prank su Disney+, seguito dai vari Insecure, The Neighborhood e Innamorati pazzi.

Poco prima della sua morte, Flanagan aveva preso parte a un episodio in Peacock’s Bust Down, approdando al suo primo ruolo cinematografico nel thriller di John Patton Ford Emily the Criminal, al fianco di Aubrey Plaza, Theo Rossi e altri.

Nessun Articolo da visualizzare