I personaggi che abbiamo perso nel 2016 – Parte 2

Pensavate che le morti si sarebbero fermate al primo articolo? Ebbene, vi sbagliavate, perché questo 2016 è stato tanto ricco 
telefilmicamente quanto doloroso a causa dei personaggi che non rivedremo più, quando le nostre serie TV torneranno per un’altra, nuovissima, stagione televisiva. Non indugiamo oltre!

Root – Person of Interest

Root - PoI

Era entrata nella serie come una cattiva, se ne va da eroina. L’unica, oltre Finch, a parlare con la Macchina, viene uccisa da un proiettile destinato proprio a lui. È la goccia che fa traboccare il vaso e che spinge il cauto Harold a dichiarare guerra a Samaritan. Ma infondo, sappiamo che Root non è morta davvero, poiché la Macchina adotta la sua voce e il suo “patrimonio digitalizzato”. Un personaggio straordinario e dalle mille sfaccettature entrato a poco a poco nel cuore degli appassionati di PoI, che non sarebbe potuto continuare senza di lei.

Elias – Person of Interest

Elias - PoI

Dopo anni in cui era scampato alla morte per un motivo o per un altro, anche Elias vede la sua fine per un proiettile destinato a Finch. La morte di un amico – sebbene all’inizio le carte in tavola fossero ben diverse – è un ulteriore modo per Harold di comprendere quanto la guerra a chi vuole sottomettere l’umanità dev’essere combattuta ad armi pari.

John Reese – Person of Interest

John Reese - PoI

Quando si parlava di sacrifici John Reese era sempre in prima linea. L’unico modo per salvare il mondo da Samaritan era quello di caricare la Macchina e il virus su un satellite da un tetto bersaglio di un missile. Mentre Harold tenta di salvare il suo amico e di sacrificarsi, la Macchina aiuta John a prendere il posto di Finch, sacrificandosi per permettere al creatore dell’Intelligenza Artificiale di riunirsi alla sua fidanzata che lo crede morto da anni. Un gesto eroico, leale, estremamente forte che contribuisce a rendere
Person of Interest una delle migliori serie degli ultimi anni.

Bethany Mayfair – Blindspot

Bethany Mayfair

Quei tatuaggi che ricoprono il corpo di Jane? Sono tutti al servizio di un piano più grande al fine di sradicare la corruzione all’interno dell’FBI, iniziando dal licenziamento di Mayfair da parte dell’ufficio. Dopo essere stata incastrata e arrestata con l’accusa di diversi omicidi, Mayfair è determinata a scoprire la verità, arrivando ad un faccia a faccia con Jane. Ma prima Mayfair possa avventarsi contro di lei, Oscar le spara alle spalle.

Lexa – The 100

Lexa - The 100

Forse la morte televisiva più discussa del 2016 fino ad ora è stata quella di
Lexa, la fedele leader dei Grounder in
The 100. Subito dopo aver fatto sesso con Clarke per la prima volta, Lexa è accidentalmente colpita e uccisa da un colpo del suo consigliere, Titus. Molti dei fan dello show hanno visto la morte di Lexa come un esempio del
Bury Your Gays, notando che è morta pochi istanti dopo una delle prime scene lesbiche dello show. A seguito della sua morte, a metà della stagione, lo spirito di Lexa è riapparso nel finale per aiutare Clarke a battere il distruttivo antagonista A.L.I.E. nella Città della Luce.

Lincoln – The 100

Lincoln - The 100

The 100 indica il numero di personaggi amati dai fan che saranno uccisi nello show? Pochi episodi dopo la morte di Lexa a causa di un proiettile vagante, il guerriero dei Grounder
Lincoln è stato pubblicamente giustiziato con un colpo alla testa e si è sacrificato per salvare i suoi amici. Come per altre morti precedenti, ci sono state diverse controversie attorno alla scomparsa di Lincoln, con Ricky Whittle che ha criticato lo showrunner Jason Rothenberg per aver distrutto la sua storyline e averlo buttato fuori dallo show.

Laurel – Arrow

Laurel Arrow

La morte di Laurel è stata uno dei momenti più tragici dello show. Si sapeva fin dal principio che qualcuno sarebbe morto, quando nella prima puntata abbiamo visto Oliver e Barry davanti ad una tomba. Laurel è stata uccisa brutalmente da Damien Darhk che voleva vendicarsi di suo padre e di Oliver e negli episodi precedenti si sentiva che sarebbe stata lei a lasciare lo show: il suo personaggio ha salutato e messo a posto tutto, senza lasciare niente in sospeso, anche con Oliver.

Abbiamo rivisto una Laurel ben diversa provenire da Terra 2 in
The Flash ma c’è da considerare una cosa: facendo parte di un unico grande universo, non è detto che la scelta di Barry non abbia avuto conseguenze sui nostri eroi di Arrow, quindi, fan di Laurel, non disperate, perché può succedere di tutto!

Henry Allen – The Flash

Henry Allen Flash

Barry è uno di quei personaggi che non ha avuto un’infanzia facile – un classico nelle storie dei supereroi. Dopo aver sofferto per la morte di sua madre e dopo aver già una volta lasciato che venisse uccisa per non cambiare il futuro, si ritrova ad affrontare tutto da capo quando Jay Garrick uccide brutalmente suo padre Henry per far sì che Flash diventi come Zoom.

Dopo aver sconfitto quest’ultimo, Barry decide di tornare indietro al tempo dell’omicidio di sua madre, nella speranza di poter cambiare il futuro. Rivedremo Henry? La nuova stagione di
The Flash è tutto un mistero da scoprire!

Agente Gaad – The Americans

Agente Gaad

LNel suo ruolo di capo del controspionaggio dell’FBI, Gaad si è perso parecchie cose, oltre ai suoi segreti divulgati (la sua segretaria è una spia! Stan e Nina vanno a letto insieme! La penna è un registratore!), ma una cosa che invece non ha mancato era il grande pezzo di vetro rotto nell’addome. Dopo la sua morte non mancheranno gli effetti di un vendicativo Stan e dei paranoici Philip e Elisabeth.

Nina – The Americans

Nina Americans

Una stagione piena di cadaveri è iniziata con l’inaspettata esecuzione di Nina, al termine del suo periodo di detenzione per tradimento. Peggio della sua morte immeritata è stato il modo in cui è uscita dalla serie – un silenzioso, compianto, straziante ricordo di quanto il singolo non conti nella più grande battaglia che coinvolge gli altri personaggi dello show, che credono di essere parte di qualcosa di più grande ma che evidentemente non si sentono allo stesso modo.

Leonard Snart AKA Captain Cold – Legends of Tomorrow

Snart Legends of Tomorrow

La sua tragica morte per mano di una recluta è un finale straziante per un personaggio che aveva toccato così tanto le sue compagne di avventura. La perdita è avvertita in tutto il Litchfield in quanto porta ad una rivolta, che finisce con Daya che tiene in mano una pistola.Nato come un supervillain in
The Flash, “l’ex” ladro
Leonard Snart / Captain Cold è diventato un eroe in
Legends of Tomorrow. Snart ha deciso di sacrificarsi per i suoi amici facendo fuori i Maestri del Tempo, ormai corrotti da Vandal Savage, assicurando un futuro libero dal controllo esterno per i suoi amici e per tutto l’universo.

La sua perdita avrà ripercussioni su tutto il team, in particolare su Sara Lance e Mick Rory/Heat Wave.

Noah Bennet – Heroes Reborn

Noah Bennet

La serie sequel dello storico
Heroes non ha avuto il successo che meritava, ma ha fatto molto piacere rivedere personaggi e volti noti della serie madre. Tra questi, il volto di
Noah Bennet, sacrificatosi per fare in modo che i suoi nipoti, i figli di Claire, potessero salvare il mondo.

Il personaggio, mal visto all’inizio della serie, era riuscito a conquistare i fan nel suo disperato tentativo di tenere sua figlia Claire al sicuro dal mondo che tentava di sfruttare quelli che nel sequel sono stati ribattezzati Evo, abbreviazione di Evoluti. Con la fine di
Heroes Reborn sembra giusto che un personaggio tanto iconico abbia lasciato per sempre le scene.

Luke Collins – Heroes Reborn

Luke Collins - Heroes Reborn

Lo abbiamo conosciuto come villain e, come in molti altri casi, lo lasciamo come eroe. Per rallentare la devastante eruzione solare e dare il tempo a Malina di ritrovare suo fratello e salvare il mondo, Luke ha scelto di utilizzare il suo nuovo potere per farsi esplodere, contribuendo così alla salvezza del mondo intero.

Ziva – NCIS

Ziva NCIS

Ziva David è morta off-screen quando l’ex agente della CIA Trent Kort ha fatto esplodere la sua fattoria. Anche se Cote de Pablo aveva lasciato lo show due anni prima, la morte di Ziva porta profondi cambiamenti in NCIS perché induce Tony DiNozzo a lasciare il team dopo aver scoperto di avere una figlia di nome Tali.

Cami O’Connell – The Originals

Cami O'Connell The Originals

Dopo che il midseason finale della terza stagione ha lasciato i fan a chiedersi quale sarebbe stato il destino di Cami, la ragazza è stata salvata da qualche goccia di sangue di vampiro. E considerando che è sopravvissuta come umana per ben tre anni, nessuno si aspettava che non potesse fare lo stesso come vampiro. Inoltre, quando Lucien la morde, il suo destino è segnato. E tutto ciò che le resta è confessare il suo amore per Klaus in un addio strappalacrime.

Davina Claire – The Originals

Davina Claire The Originals

Prima Cami, poi Davina. Dopo che Kol perde il controllo e prosciuga Davina del suo sangue, Freya riesce a salvarla dagli antenati che vogliono ucciderla. Ma quando Freya e Elijah devono fare una scelta tra uccidere Lucien e proteggere Davina, tradiscono Marcel – una decisione che rimpiangeranno – e usano Davina per trovare un modo per uccidere Lucien, un atto che riporta Davina dalle streghe antenate, che essenzialmente distruggono la sua anima. Quindi sì, è morta.

Da non perdere:

Laurel © CW

Nessun Articolo da visualizzare