Le tematiche di Once Upon a Time

Guardare le serie tv consente di possibile divertirsi, rilassarsi, staccare la spina dalla quotidianità e molte volte, anche imparare cose nuove. Once Upon a Time è un programma per famiglie e ciò non ha impedito ai produttori di affrontare diverse tematiche importanti e talvolta anche molto delicate che hanno fatto riflettere gli spettatori. Vediamo quali!

La famiglia

È sicuramente il punto cardine di tutto il telefilm. La storia ruota intorno ai vari nuclei famigliari che alla fine si fondono fino a formarne uno solo. Regina, Henry, Emma, Snow, Charming, Rumple, Belle, Neal, Zelena, Hook…sono tutti parte di una grande famiglia allargata. Ma Once Upon a Time insegna che non è solo questione di legame di sangue: è l’affetto che li unisce nonostante le diversità, nonostante i torti subiti e compiuti nel passato, è il sapere che ci saranno sempre e non potranno mai fare a meno di trovarsi ed aiutarsi. È questo che li rende davvero una famiglia.

L’amore

L’amore in tutte le sue forme. L’amore che lega Regina ed Henry, Emma ed Henry, Charming e Snow, Rumple e Belle, Hook ed Emma, Zelena e Regina. L’amore inteso come affetto, come rispetto, come devozione e come darsi una mano in qualsiasi momento. L’amore inteso come superare le difficoltà insieme perché solo così si può davvero cambiare e crescere. L’amore che può fare la differenza e che può aiutare a combattere l’oscurità. In Once Upon a Time, l’amore è una vera e propria cura per ogni maledizione e la forza motrice che spinge i vari personaggi a muoversi e ad agire.

Trovare il proprio posto nel mondo

Once Upon a Time ha fatto breccia nel cuore di tutti coloro che magari a volte si sentono esclusi, che fanno fatica a capire quale sia il loro posto, che non sanno più dov’è casa loro. Un po’ tutti i personaggi sono passati attraverso questa fase. Altri ci sono ancora. Emma ha passato la sua vita a cercare casa e l’ha trovata nel posto più improbabile e con le persone più assurde. Regina e Zelena hanno sofferto a lungo finché finalmente non hanno capito qual era la loro vera famiglia. Rumplestiltskin ha speso letteralmente secoli alla ricerca di una famiglia, di qualcuno che imparasse ad amarlo e sapesse vedere oltre la sua Maledizione. Hook ha perso la sua famiglia quando era giovane e non ha conosciuto altro se non vendetta e rancore, fino a quando non ha incontrato Emma. Ogni personaggio a modo suo, aveva solo bisogno di una casa che infine ha trovato: Storybrooke.

Accettarsi

Quante volte Regina si è sentita non voluta, fuori luogo, sbagliata? Per non parlare di Rumplestiltskin. O di Emma, o di Hook. In Once Upon a Time tutti i personaggi sono un po’ degli outsider, anche quelli minori come Mulan, Ruby, Whale, Elsa, la Snow Queen, Malefica…Sono tutti un po’ incompresi fino a che non trovano chi finalmente li apprezza e li accetta per ciò che sono e insegna loro ad amarsi. Accettarsi significa capire e vedere il mondo attraverso gli occhi dell’altro. A volte significa perdonare qualche errore passato, come nel caso di Regina e Snow. O di Hook ed Emma. O di Rumple e Belle, Snow e Charming, Zelena e Regina.

La paura

Chi non ha paura? Emma aveva paura di lasciarsi andare, paura di innamorarsi di nuovo, paura di fidarsi. Regina aveva paura di non essere abbastanza forte da vincere l’oscurità. Snow e Charming avevano paura di non riuscire a ritrovare la loro bambina. Rumple aveva paura che al mondo non esistesse nessuno in grado di amarlo. La paura è parte di chiunque e come ci insegnano i personaggi di Once Upon a Time, essere spaventati è normale. Il punto sta nell’affrontare i propri timori con la giusta determinazione e consapevolezza.

Il credere in qualcosa

Credere nella magia, credere nella famiglia, nell’amore, credere in sé stessi. In Once Upon a Time il messaggio principale è proprio questo: riporre sempre fiducia in qualcosa, o in qualcuno. Credere. Anche se nel nostro mondo la magia non esiste, Henry, il “truest believer”, ci ha insegnato che a volte credendo in qualcosa, possiamo farla avverare; che a volte, il mero atto di fede può essere tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

La morte

Come in molte altre serie o film, anche in Once Upon a Time la morte non ha esitato a farsi viva più e più volte.  Graham, Daniel, Cora, Neal, la Snow Queen, Robin: sono tutti personaggi che hanno lasciato un segno nel cuore degli spettatori e non solo. Ognuno di loro ha insegnato qualcosa e ha cambiato la vita dei vari protagonisti. Graham ha aperto gli occhi ad Emma, Neal le ha permesso di incontrare la sua famiglia. Dove la morte di Daniel aveva chiuso il cuore di Regina, quella di Robin ha fatto il contrario e le ha fatto capire che per lei era ancora possibile sconfiggere l’oscurità e continuare a vivere. Anche nel dolore, Once Upon a Time ha insegnato che la morte non è mai vana.

robin hood death

Se Once Upon a Time vi appassiona proprio tanto, per seguire tutti gli spoiler e articoli delle nostre rubriche, cliccate QUI!

Nessun Articolo da visualizzare